Dal Giappone arriva lo Yuzu, agrume aromatico e benefico che sta conquistando tutto il mondo. Ecco quali proprietà possiede e come usarlo in cucina.

Tutti lo vogliono e tutti lo cercano! Stiamo parlando dello Yuzu, agrume giapponese che sta spopolando tra gli chef di Europa e America. Le sue origini, in realtà, sono da ricercarsi in Cina. Nato circa 2000 anni fa, è stato importato a Shikoku, in Giappone, dove viene largamente coltivato. Ad oggi, la sua carica aromatica e le tante proprietà benefiche hanno contribuito ad accrescerne la fama, anche oltre i confini di origine. I commenti sono talmente positivi che viene subito voglia di provarlo.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Yuzu agrume
Yuzu agrume

Cos’è lo Yuzu, agrume asiatico, e che sapore ha

Il suo aspetto ci induce ad associarlo a un limone. Se è vero che entrambi possono presentare una colorazione uguale e tendente al giallo-verde, è pur vero che al tatto sono diversi. L’agrume asiatico ha forma sferica e a tratti irregolare, che risulta abbastanza ruvida al tocco. Il loro interno è formato da ben 10 cavità, con semi molto grandi ma polpa scarsa. Ciascun frutto, infatti, produce poco succo, ma molto aromatico.

Lo Yuzu nasce dall’incrocio tra il mandarino cinese selvatico e la pepeda Ichang, un prodotto dal gusto molto simile al limone italiano. Questa breve descrizione aiuta a capire quanto l’agrume giapponese possa avere un aroma simile al proprio al nostro limone. Allo stesso tempo, però, contaminato da una nota di pompelmo. Grazie a questo mix, il prodotto possiede una forte carica aromatica, capace di esaltare il gusto di una varietà di ricette. Da quelle più dolci a quelle più salate, il profumo di questo agrume asiatico arricchisce ogni piatto. Tuttavia, bisogna assaporarlo per capire realmente che sapore ha.

Le principali proprietà benefiche dello yuzu

Caratterizzato da un forte profumo, in grado di conquistare l’olfatto prima del gusto, questo prodotto contiene anche molti benefici per l’organismo umano. Tra le principali proprietà dello Yuzu c’è un’alta presenza di vitamina C. Gli antichi guerrieri, infatti, lo assumevano per fare il pieno di energia.

Ad oggi, è indicato per rinforzare le difese immunitarie, specialmente nei mesi invernali. Ricco di antiossidanti, può svolgere funzione antinfiammatoria, utile contro mal di gola e raffreddore, e combattere lo stress. Inoltre, cura la pelle dai radicali liberi, contrastando la formazione di rughe. In patria, è considerato un vero e proprio elisir di bellezza, usato per creare creme per il corpo e oli essenziali.

Tutti gli usi dello Yuzu in cucina

Essendo fortemente profumato, questo agrume giapponese riesce ad aromatizzare qualsiasi tipo di pietanza. Molti chef lo preferiscono soprattutto perché è molto versatile. Lo si può usare per sostituire gli aromi di limone e arancia, in ricette sia dolci che salate. Risulta ottimo se grattugiato su carne e pesce, sia cotti al vapore che sulla griglia. In Giappone, è molto utilizzato per le verdure bollite.

Ottimo per arricchire un’insalata o un brodo, come quello di pesce, è alla base della preparazione di liquori e cocktails. Ma l’agrume Yuzu è in grande di aggiungere quel tocco in più anche a marmellate e gelatine. Volete usarlo per rendere fragranti i vostri dolci? Grattugiate la sua buccia per aromatizzare qualsiasi impasto, dalle crostate al pan di Spagna. Il suo succo è eccezionale per arricchire un plumcake, dei muffins o una crema. In pasticceria, viene usato anche come addensante o conversante, al posto del limone.

Ed ecco gli agrumi più strani al mondo presentati a Masterchef!

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 15-02-2022


Acqua calda o fredda? Ecco come lessare le verdure (e non solo)

Scopriamo una delle tecniche di cottura più antiche, quella per assorbimento