Le nuove tendenze gastronomiche parlano filippino, africano ma non solo: ecco cosa dobbiamo aspettarci sulle nostre tavole.

Le varie popolazioni del mondo hanno tanto da insegnare, a livello gastronomico: basta solo avere il coraggio di allontanarci dalla nostra amata cucina italiana e cominciare a introdurre piano piano qualcosa di diverso.

In fondo lo abbiamo già fatto con tanti alimenti, che sono ormai entrati in casa nostra da tempo: il cous cous, il kebab, il curry, la salsa di soia, il sushi e tanto altro.

A proposito di kebab: una delle salse che finora, scegliendo con cosa condirlo, abbiamo evitato, ovvero la salsa harissa, diventerà di gran moda. Si tratta di una salsa extra piccante, ottenuta con peperoncini, aglio e olio: una vera sferzata di gusto non adatta a chi ama i gusti delicati!

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

harissa
harissa

E ne abbiamo ancora tantissimi di ingredienti o preparazioni da scoprire: gli esperti di cucina hanno annunciato, da guide, ricettari e articoli, che dal Sud America, dalle Filippine, dall’Asia e dall’Africa arriveranno nei nostri supermercati, ristoranti e fast food tantissime nuove (per noi) idee, che diventeranno i prossimi must degli anni a venire.

Se ci stiamo abituando anche noi alla – fino a poco fa sconosciutissima – quinoa, adesso dovremmo prepararci a sentir parlare di nuovi alimenti quali il freekeh, un grano che viene raccolto ancora verde e poi tostato; oppure la cañahua, un super-food simile alla quinoa con cui si cominciano già a preparare una sorta di insalate di riso. Per non parlare del miglio, anch’esso poco usato – per ora – in cucina, ma futura star della gastronomia.

E se il baobab finora vi faceva solo pensare a strani e imponenti alberi, sappiate che forse presto diventerà una moda il succo di baobab, che pare sia ricco di proprietà nutritive niente affatto trascurabili.

Il cocco, le mandorle e il loro latte sono già “off” per la preparazione di pietanze o come bevande salutari: prossimamente sulle nostre tavole potremmo vedere l’acqua di betulla!

Già più noto ma ancora poco diffuso nelle nostre case è il tè matcha, un tè verde gustoso per preparare mille piatti, tra cui dolci di ogni tipo.

Leggi anche: Tartufini al cioccolato bianco e tè matcha.

E se ancora per qualcuno lo zucchero di canna e il fruttosio erano qualcosa da guardare con un certo sospetto, figuriamoci cosa si penserà dello zucchero di cocco, un alimento naturale che promette di dolcificare ma senza gli effetti collaterali dello zucchero semolato che tanto amiamo.

In Italia non li troveremo, perlomeno finché non cambieranno le normative, ma nel mondo sempre più persone gusteranno gli insetti, i super-food già amatissimi nei paesi orientali e non solo, che si candidano a diventare uno degli alimenti principali nei prossimi anni.

Be’, forse poche cose vi avranno fatto venire l’appetito: ma, come dice il proverbio, l’appetito vien mangiando, e prima o poi almeno una di queste novità dovremo assaggiarle!

Fonte foto: Flickr, Flickr


Ansia e depressione: questo è ciò che provoca il junk food oltre a far ingrassare

Antonella Clerici apre la sua catena di ristoranti “Casa Clerici”