Ingredienti:
• 250 g di fagioli secchi
• 200 g di farro
• 50 g di lardo
• 1 carota
• 1 cipolla
• 1 costa di sedano
• 3 spicchi d'aglio
• 1 rametto di salvia
• 1 rametto di rosmarino
• 45 g di olio d'oliva
• sale q.b.
• pepe q.b.
• 2 pomodori
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 90 min
kcal porzione: 336

La zuppa Garfagnana è un piatto della tradizione toscana. La ricetta originale è quella di una sfiziosa zuppa di legumi, farro e poco altro.

In materia di primi piatti sfiziosi, l’Italia è realmente imbattibile. Quella che vi consigliamo oggi è la preparazione di un piatto tipico toscano, adatto per i mesi invernali. Stiamo parlando della zuppa Garfagnana di farro. Preparala è molto semplice e occorrono ingredienti genuini e legati al territorio. Oltre quello già citato, servono fagioli, lardo e alcuni aromi per insaporire il tutto. Il risultato è un prodotto tipico dalla consistenza quasi vellutata e da servire caldo, per riscaldarvi durante le lunghe giornate invernali.

Allacciamo il grembiule e procediamo!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Zuppa Garfagnana
Zuppa Garfagnana

Preparazione della ricetta per la zuppa Garfagnana

  1. Si parte dal giorno prima, perché i fagioli devono rimanere in ammollo in una ciotola piena di acqua fredda per 12 ore.
  2. Il mattino seguente, scolateli e versateli in una pentola. Riempitela con acqua e fate lessare i legumi per 2 ore circa, insieme a 2 spicchi d’aglio e metà costa di sedano.
  3. A cottura finita, scolate i fagioli e tenete da parte il brodo.
  4. Successivamente, riempite con olio d’oliva il fondo di un tegame. Versate anche la carota, la cipolla, uno spicchio di aglio, i pomodori (pelati) e l’altra metà di costa di sedano.
  5. Fate rosolare per 3 minuti circa. Poi, aggiungete il lardo insieme a salvia e rosmarino.
  6. Lasciate cuocere per 30 minuti. Al termine, aggiustate con sale e pepe.
  7. Terminata la cottura, aggiungete subito i fagioli lessati e mescolate. Poi, lisciate leggermente con un frullatore a immersione.
  8. In una pentola, versate il brodo dei fagioli (messo precedentemente da parte). Lavate per bene il farro e versatelo in essa.
  9. Fate cuocere a fiamma media, per 1 ora, o poco meno.
  10. Successivamente, spegnete e versate tutto sulla crema con i fagioli. Mescolate e impiattate, con un po’ di olio d’oliva a filo.

Conservazione

La minestra garfagnina è un primo piatto toscano che va mangiato caldo. Con un aspetto rustico, renderà unico ogni pranzo. Potete conservarla in frigo, in un contenitore ermetico, per 1-2 giorni.

Non perdete la ricetta dell’infarinata Garfagnina.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 09-01-2022


I baci di dama vegan: una variante deliziosa ai classici biscottini piemontesi

La ricetta delle polpette orientali più amate? I falafel di ceci