L’infarinata garfagnina è un piatto tipicamente invernale quindi approfittate degli ultimi freddi.

L’infarinata è una deliziosa e sostanziosa via di mezzo tra una polenta e una zuppa e cambia il suo nome e qualche caratteristica a seconda del paese dove la si cucina. A Pietrasanta per esempio viene chiamata “intruglia”, mentre in Garfagnana diventa “incavolata”.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 90′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

INGREDIENTI INFARINATA GARFAGNINA per 4 persone

  • 500 g di fagioli borlotti o scritti
  • 400 g di farina di granoturco
  • 200 g di lardo
  • 2 cotenne di maiale
  • 2 mazzi di cavolo nero
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla
  • salvia
  • 1 rametto di finocchio selvatico secco
  • olio extravergine di oliva
  • pepe e sale q.b.

PREPARAZIONE INFARINATA GARFAGNINA

Sciacquate i fagioli dall’acqua di conserva se usate quelli in già pronti in barattolo. Se preferite i fagioli secchi dovrete metterli a bagno la sera prima, sciacquarli bene e cuocerli per 2 ore. Per i fagioli in scatola invece basteranno 30 minuti di cottura. In ogni caso,mettete in fagioli in acqua bollente insieme alle cotenne, l’aglio e la salvia.

A fine cottura scolate i legumi e le cotenne (ricordatevi di tenere da parte un pò di acqua di cottura) separate i fagioli dalla carne e frullate con un mixer ad immersione una buona parte dei legumi.

In una padella capiente preparate un fondo di olio evo dove farete soffriggere cipolla, sedano e carota tritati e il lardo insieme a un mix finocchietto selvatico e rosmarino. Aggiungete subito dopo le foglie di cavolo nero tagliate e lasciate rosolare. Inserite quindi i fagioli passati e l’acqua di cottura che avete conservato e lasciate cuocere dolcemente con il coperchio per almeno 20′.

Aggiungete la farina di mais gradualmente, continuando a mescolare per tutto il tempo di cottura che sarà di circa 30′. Trascorso il tempo di cottura incorporate i restanti fagioli rimasti interi.

Per completare il pasto con un entrée tipicamente toscana seguite questa ricetta: “Crostini con fegatini alla toscana“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 22-02-2017


Purè di patate e zucca

Ricetta salva tempo: Vitello con germogli all’orientale