A Porta Genova apre i battenti il Mercato Metropolitano

Il quartiere di Porta Genova, come quello dei Navigli, negli ultimi anni è diventato uno di quelli più alla moda di Milano, grazie alla politica di ristrutturazione delle vecchie case di ringhiera e allo spostamento di molte attività commerciali  che si sono collocate nelle sede dei vecchi opifici.

Leggi anche: taste of Milano 2015

In quest’area, alle spalle della famosa Via Tortona, è stato realizzato il Mercato Metropolitano su un’area di 15.000 metri quadrati negli ex magazzini della stazione, dove una volta si teneva la fiera di Senigaglia.

Con lo slogan “il cibo italiano non è un lusso”, il Mercato Metropolitano accoglie una serie di piccoli produttori che propongono un modello di acquisto basato sulla filiera corta e vendono direttamente al pubblico frutta e verdura fresche. Oltre 2.ooo prodotti da acquistare in questo mercato enorme in cui possiamo trovare anche un’area dedicata allo street food, cinque orti urbani, prodotti tipici di consorzi DOP e IGP. Da giugno aprirà anche il cinema all’aperto da 500 posti.

Sarà anche possibile grazie al Banco Alimentare, recuperare gli alimenti in più di fine giornata, che saranno donati alle strutture caritative milanesi.

C’è spazio anche per i più piccoli, che potranno imparare a coltivare i pomodori e le erbe aromatiche, giocare con il cioccolato o l’acqua.

Gli ideatori del progetto sono Ambrogio de Ponti, presidente di Unaproa e Andrea Rasca, già socio di Farinetti per Eataly Tokio. L’idea è quella di esportare il format all’estero e aprire altri mercati metropolitani in tutto il mondo, per far conoscere la filiera agroalimentare italiana.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


Davide Oldani e Kartell: un connubio perfetto

All’outlet di Serravalle le eccellenze enogastronomiche con Le Dolci Terre