Scopriamo i migliori metodi casalinghi per sbiancare i denti e per combattere le infezioni batteriche con l’aceto di mele.

L’aceto di mele è uno dei vecchi rimedi della nonna per la casa e la cura della persona. Oltre a essere economico è anche un prodotto versatile che garantisce risultati visibili. Spesso si usa l’aceto di mele sui denti perché ha un ottimo potere sbiancante e disinfettante, tuttavia bisogna adoperarlo con cura: si tratta di un prodotto aggressivo e il rischio è che possa rovinare i denti. Prima di iniziare, infatti, vogliamo sottolineare che non bisogna mai eccedere nell’utilizzo ed è importante diluirlo. Vediamo come usarlo con attenzione per ritrovare un sorriso bianco e splendente.

Aceto di mele come collutorio per disinfettare e sbiancare i denti

Il menu per per deliziare la tua famiglia durante le feste

brocca di aceto di mele
brocca di aceto di mele

Per quanto l’aceto di mele venga utilizzato come rimedio per la salute interna dell’organismo o per le pulizie domestiche, le nonne lo hanno sempre considerato un valido prodotto per l’igiene orale. Grazie ai suoi composti acidi, come l’acido acetico, aiuta con la riduzione della presenza di germi e batteri nella bocca e di conseguenza un collutorio a base di aceto di mele previene le infezioni e riduce gengiviti e carie.

L’aceto di mele possiede anche un’azione sbiancante. Chiaramente, l’effetto che si ottiene non sarà mai come quello di uno sbiancamento professionale, ma può aiutare a mantenere il bianco dei denti e a evitare la formazione di macchie lasciate da bevande, cibo e tartaro.

Poiché l’acidità dell’aceto di mele potrebbe risultare aggressiva sullo smalto dei denti è sempre meglio diluirlo. Diluite quindi in 125 ml di acqua – che corrispondono a circa mezza tazza – un cucchiaio di aceto di mele. Mescolate per bene e fate degli sciacqui prima di lavarvi i denti con spazzolino e dentifricio.

Aceto di mele sui denti: effetti collaterali

Come dicevamo, l’aceto di mele rovina i denti se utilizzato per troppo tempo. L’acidità del prodotto rischia di rovinare lo smalto e quindi, invece, di ottenere uno sbiancamento si rischia di andare a peggiorare la situazione.

Inoltre, è sempre bene non eccedere nelle dosi perché può aumentare la sensibilità dei denti e delle gengive causando fastidi e dolori quando si beve o mentre ci si lava i denti.

Per concludere vi consigliamo di realizzare l’aceto di mele fatto in casa!

Riproduzione riservata © 2021 - PC

ultimo aggiornamento: 06-07-2021


I migliori consigli delle nonne per rendere i peperoni digeribili

Come recuperare la maionese impazzita in poche mosse