I migliori consigli delle nonne per rendere i peperoni digeribili

Ecco come rendere i peperoni digeribili sia cotti che crudi senza rinunciare al piacere e al gusto.

chiudi

Caricamento Player...

I peperoni sono degli ottimi vegetali da poter inserire nell’alimentazione quotidiana. Sono ricchi di Vitamina C e vitamine del gruppo B importantissime per il sistema immunitario. Si possono mangiare sia cotti che crudi e se cucinati nel modo giusto si possono digerire senza problemi. Tuttavia, questo vegetale può dare spesso dei problemi nella digestione se abbinato a ingredienti grassi. Scopriamo quali sono i metodi efficaci per rendere i peperoni digeribili seguendo alcuni consigli della nonna.

RENDERE I PEPERONI DIGERIBILI
RENDERE I PEPERONI DIGERIBILI

Peperoni digeribili in poche mosse: eliminare pelle e semi per evitare gonfiore e fastidi addominali.

I peperoni se mangiati crudi in insalata non danno alcun tipo di problema nella digestione. Tuttavia, bisogna eliminare i semi attaccati alla parte bianca perché danno fastidio all’intestino. Per quanto riguarda la parte bianca, invece, è importante rimuoverla perché causa un fastidioso senso di pesantezza. Prima di mangiarli, dunque, sia cotti che crudi, è importante togliere sia i semi che la parte bianca per evitare rallentamenti nella digestione e reflusso.

Un altro stratagemma per rendere digeribili i peperoni cotti è eliminare la pelle. Per quanto possa sembrare innocua in realtà è un’arma letale per l’intestino. Questa, infatti, si attacca alle pareti intestinali come se fosse una pellicola e causa gonfiore addominale. Un trucco è, dunque, quello di cuocerli per qualche minuti in forno o farli scottare sul fuoco su entrambi i lati. Il metodo più rapido è quello di utilizzare una griglia per la carne e abbrustolirli due minuti per lato. Metterli poi su un piatto e chiuderlo dentro un sacchetto di plastica. Aspettare circa dieci minuti e vedrete che la pelle verrà via. Avrete così dei peperoni facili da digerire da utilizzare per le vostre ricette preferite che vanno dall’antipasto al secondo di carne.