Broccoli anticancro e antiasma: ma occhio a come li cucinate

Come fare un infuso vegan disintossicante

Broccoli anticancro: ormai si sa che questa verdura è un fondamentale alleato per la nostra salute; ma siamo sicuri di cucinarli correttamente?

Mangiare dei broccoli anticancro deve essere un must per tutti noi, se ci vogliamo bene e se intendiamo conservare la nostra salute – per quel che ci è concesso – più a lungo possibile. Ormai sono innumerevoli gli studi che, attraverso prove scientifiche ed esperimenti a lungo termine, hanno dimostrato le grandi virtù di questi ortaggi appartenenti alla famiglia delle crucifere, che comprende anche cavolfiori, cavoletti di Bruxelles, cavolo nero ecc.

Come dimostrato da uno studio della University of East Anglia and Brigham e dello Women’s Hospital at Harvard Medical School, che è stato reso noto sull’American Journal of Clinical Nutrition, i broccoli svolgono una funzione preventiva del cancro ovarico. Questo tipo di tumore colpisce all’incirca 4.900 donne ogni anno e purtroppo non dà alcun sintomo (ecco perché è tristemente noto come “il killer silenzioso”).

Essendo dei veri e propri forzieri di antiossidanti, che possono contrastare l’alterazione cellulare, i broccoli possono prevenire l’insorgenza dei tumori di vario tipo. E non solo: uno studio della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora ha dimostrato l’altissimo potere disintossicante di questi ortaggi, che in poco tempo hanno “depurato” l’organismo, purtroppo molto intossicato, di una comunità cinese particolarmente soggetta all’inquinamento.

L’Università dell’Illinois, attraverso uno studio reso noto sul Molecular Breeding, ha anche evidenziato le proprietà antiasma dei broccoli, grazie all’azione dei loro potenti antiossidanti.

Come cucinare i broccoli nel modo giusto?

Si ritiene di massima importanza, quindi, cucinare i broccoli anticancro nel modo corretto, per non perdere – in cottura – le loro virtù preziose. Tanto per cominciare, è sconsigliata la lunga cottura. Il modo ideale per cuocere i broccoli (che devono essere di stagione e freschi, per dare il loro meglio) è la cottura a vapore, più lenta e molto meno violenta. Anche la cottura al microonde va bene. Se invece volete lessarli, scolateli al dente dopo averli cotti in poca acqua.

Potenziare i benefici degli alimenti: si può, abbinandoli

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 27-06-2016

Caterina Saracino