Jo Robinson: come scegliere frutta e verdura più salutari

Come fare un infuso vegan disintossicante

Sappiamo davvero come fare la spesa e quali verdure preferire? La giornalista Jo Robinson, esperta di alimentazione naturale offre qualche consiglio.

Attraverso la sua ultima pubblicazione “Un piacere selvaggio”, edito in Italia da Einaudi, la giornalista Jo Robinson ha rivelato alcuni segreti – spesso insospettabili – riguardo a verdure, frutta e ortaggi. Quando andiamo al mercato a fare spesa, siamo portati a credere che qualunque tipo di verdura o di frutta sia più o meno allo stesso livello, in quanto a grado di benefici apportati per la salute; invece dobbiamo entrare nell’ottica delle idee che ci sono dei veri portenti e degli ortaggi che magari potremmo sostituire con altri più ricchi dal punto di vista vitaminico e non solo.

Per esempio, le insalate & co.: la rucola è tra le più ricche di bionutrienti, mentre le insalate come per esempio le lattughe a cespo chiuso non sono granché, da questo punto di vista. Inoltre, se possiamo scegliere tra varietà di colori differenti, dovremmo tenere a mente che quelle con i colori più scuri sono proprio le migliori. Per esempio, le carote viola e le patate viola sono più ricche di sostanze benefiche rispetto alle loro sorelle più “tradizionali”. Inoltre, riguardo alle carote, sarebbe bene cuocerle intere e poi affettarle in un secondo momento per godere a pieno delle loro vitamine e sostanze anti-cancro.

Per quanto concerne le patate, invece, l’ideale sarebbe cuocerle il giorno prima del consumo, e sempre con la buccia. Gli spinaci “rendono meglio”, in termini di proprietà, se cotti a vapore e non lessati; invece i pomodori vanno cotti più a lungo possibile per rilasciare una quantità maggiore di antociani, la sostanza che dà loro il colore e che fa tanto bene alla nostra salute.
Interessante anche la questione dei legumi: sono tutti dei forzieri di elementi utili per il nostro organismo ma le lenticchie sono superiori a fagioli, piselli e fave. Per non parlare delle mele, che di per sé sono piuttosto povere, come frutta: le migliori sono le Smith, ovvero le mele verdi. I broccoli, invece, andrebbero conservati in una busta bucherellata per conservare più a lungo i suoi antiossidanti.

In generale, secondo Jo Robinson la regola d’oro è quella di scegliere la frutta più colorata possibile, perché più ricca di bionutrienti. E, riguardo a cipolle e aglio, devono essere sempre i benvenuti: le cipolle sono migliori nella varietà rossa, mentre per l’aglio è bene aspettare 10 minuti prima di averlo tagliuzzato, perché renda al meglio.

Per la salute del cuore, prendiamo spunto dalla dieta nordica

Fonte foto: Pixabay

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 27-06-2016

Caterina Saracino