Ingredienti:
• 320 g di bucatini
• 500 g di pomodori San Marzano
• 1 peperone rosso
• 1 peperone giallo
• 1 zucchina
• farina q.b.
• 1 spicchio di aglio
• 1 peperoncino
• 1 mazzetto di basilico
• 2 cucchiai di olio evo
• olio di semi pre friggere q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 20 min

I bucatini alla Caruso sono un primo piatto semplice preparato con ingredienti genuini tipici del territorio campano. Ecco la ricetta.

I bucatini alla Caruso sono passati alla storia per essere il piatto preferito del famoso tenore napoletano Enrico Caruso. Il segreto del successo di questo piatto sta tutto nella semplicità: l’uomo infatti desiderava un piatto fatto di sapori genuini della sua terra quindi commissionò agli chef dei due hotel partenopei in cui era solito soggiornare quando faceva ritorno dalle tourné, un piatto di pasta con pomodori, peperoni, zucchine, peperoncino e basilico fresco.

Nascono così i bucatini alla Caruso, anche se in molti si ostinano a utilizzare gli spaghetti, confondendoli con un altro piatto molto amato dal tenore, i vermicelli alla Caruso. Con il passare del tempo (eravamo ai primi del ‘900 quindi sono trascorsi più di cento anni), il piatto non ha mai smesso di essere preparato e ora stiamo per svelarvene la ricetta.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

bucatini alla Caruso
bucatini alla Caruso

Come preparare la ricetta dei bucatini alla Caruso 

  1. Per prima cosa preparate il sugo. In una padella fate imbiondire l’aglio con l’olio e il peperoncino.
  2. Unite quindi i pomodori tagliati a dadini e i peperoni a listarelle. Condite con un pizzico di sale e cuocete per 15 minuti.
  3. Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione.
  4. Con sugo e pasta in cottura dedicatevi alle zucchine. Dopo averle lavate, rimuovete le estremità e tagliatele a fettine di 1-2 mm di spessore. Passatele poi nella farina e friggetele in abbondante olio di semi bollente. Mano a mano che sono pronte, dorate e croccanti, scolatele con una schiumarola e passatele su carta assorbente.
  5. Scolate la pasta e saltatela in padella con il condimento, profumando con il basilico spezzettato con le mani.
  6. Distribuite nei piatti e completate con le zucchine fritte, una piacevole nota croccante.

Se siete tra gli estimatori dei bucatini, un formato di pasta tutto sommato poco utilizzato, vi consigliamo di cimentarvi con i bucatini alla rustica: non ve ne pentirete.

Conservazione

I bucatini alla Caruso si conservano in frigorifero per un paio di giorni ma tenete presente che le zucchine perderanno la loro croccantezza. La pasta invece è meglio riscaldarla in padella così da esaltarne i sapori.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 30-11-2022


Schiacciata di zucca croccante al forno: perfetta per l’autunno

Crema mousseline, una vanto della pasticceria francese