Calamarata classica con calamari e pomodorini

La calamarata è un primo divertente, che gioca sia nel nome sia nell’aspetto con la somiglianza tra la pasta e il mollusco.

chiudi

Caricamento Player...

Come potrete intuire, il nome della pasta “calamarata” è dovuto proprio alla sua similitudine con gli anelli di calamaro. Naturalmente è un formato di pasta che si presta a svariate preparazioni, ma quella con i calamari è la ricetta tradizionale napoletana e gioca proprio sulla piacevole confusione tra gli ingredienti. Se non trovate la calamarata, potete comunque usare dei paccheri.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 35′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 15′

INGREDIENTI CALAMARATA per 2 persone

  • 200 g di pasta tipo calamarata o paccheri
  • 300 g di calamari
  • 150 g di pomodorini
  • un bicchiere vino bianco 
  • 2 mazzetti di prezzemolo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • pepe nero macinato al momento
  • sale q.b.

PREPARAZIONE CALAMARATA

Lavate e pulite i calamari passandoli sotto l’acqua del rubinetto. Bisogna eliminare la testa, la parte dura interna e le interiora, lasciando intera la sacca interna. Tagliate quindi il pesce ad anelli di circa 2 centimetri. Conservate le teste divise a metà.

Mettete a bollire una pentola piena di acqua per la pasta. Mentre si scalda, in una padella fate dorare l’aglio con l’olio, quindi aggiungete le rondelle di calamari. Fate andare a fiamma vivace per cinque minuti, rosolandoli bene. Sfumate con il vino, aggiungete i pomodori lavati e tagliati in quattro, salate e pepate e abbassate il fuoco. Coprite la pentola con il coperchio e lasciate cuocere per un 15 minuti. Lavate e tritate il prezzemolo, quindi a cottura ultimata aggiungetelo ai calamari.

Mettete a bollire l’acqua, aggiungendo il sale quando inizia a bollire. Aggiungete la calamarata (il tempo di cottura dipende dal tipo di pasta). Scolatela rapidamente a cottura ultimata e, ancora un po’ bagnata, mettetela in padella con il condimento. Fatela saltare a fuoco alto per meno di un minuto, quindi servite nei piatti con un filo d’olio a crudo.

Se vi piacciono i calamari provate anche questo secondo piatto dai profumi e colori mediterranei: “Fisarmonica di calamari con salsa all’arancia e curcuma“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!