Ingredienti:
• 1 kg di cardi
• 500 ml di latte
• 1 limone
• 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
• sale q.b.
• noce moscata q.b.
• parmigiano grattugiato q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 50 min

Se siete stanchi dei soliti contorni è arrivato il momento di preparare i cardi al latte, una ricetta semplice che valorizza un ingrediente poco utilizzato.

I cardi sono un ortaggio invernale che per sapore ricordano il carciofo. Non si trovano dappertutto ma se avete la fortuna di mettere le mani su questo magnifico ingrediente, allora vi consigliamo di provare a cucinare i cardi al latte. Perfetti come contorno da servire anche durante le festività natalizie, sono molto diffusi in Emilia Romagna dove viene coltivato il cardo bolognese, più tenero rispetto agli altri e privo di spine.

La preparazione dei cardi al latte non richiede chissà quale fatica ma solo un po’ di attenzione: per prima cosa dovete pulirli bene, eliminando i filamenti, metterli poi a bagno in acqua acidulata con succo di limone e infine cuocerli. Ci sono diversi modi di preparare i cardi in umido al latte: alcuni li cuociono direttamente nel latte, altri preferiscono invece sbollentarli in acqua e limone per renderli più teneri. Vediamo insieme come procedere in entrambi i casi.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Cardi al latte
Cardi al latte

Come preparare la ricetta dei cardi al latte

  1. Lavate bene i cardi, spuntateli e rimuovete i filamenti delle coste aiutandovi con un pela patate.
  2. Tagliateli a tocchetti di 5 cm e trasferiteli in una ciotola di acqua acidulata con il succo di mezzo limone. Lasciateli per 20 minuti.
  3. Portate poi a bollore una pentola capiente di acqua acidulata con il succo della metà rimanente dell’agrume e cuocete i cardi per 20 minuti.
  4. In una padella scaldate l’olio, unite i cardi e rosolate a fiamma vivace un minuto.
  5. Coprite con il latte, salate e profumate con la noce moscata.
  6. Lasciate cuocere a fiamma medio bassa con il coperchio per 20-30 minuti fino a quando i cardi non risulteranno teneri se infilzati con una forchetta.
  7. Serviteli ben caldi completando a piacere con una spolverata di parmigiano grattugiato.

Se volete saltare il passaggio della bollitura, potete cuocere direttamente i cardi con il latte aumentando la quantità di quest’ultimo a un litro. Tenete presente che in entrambi i casi il latte dovrà ridursi formando una cremina. Se desiderate sperimentare altre ricette con i cardi provate la strepitosa parmigiana di cardi: non vi deluderà!

Conservazione

Potete conservare i cardi al latte in frigorifero per 2-3 giorni e riscaldarli in padella o al microonde poco prima di consumarli.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2021 - PC

ultimo aggiornamento: 30-10-2021


Ricette con lenticchie: cinque piatti prelibati per ogni momento

La pizza senza glutine con il Bimby è davvero sensazionale!