Ingredienti:
• 250 g di ditalini
• 250 g di lenticchie in scatola
• 3 cucchiaio di concentrato di pomodoro
• 60 g di pancetta
• 2 cucchiai d’olio EVO
• 1 rametto di rosmarino
• mezzo spicchio d’aglio
• 50 g di cipolle
• 50 g di carote
• 30 g di sedano
• 1 l di brodo vegetale
• sale q.b.
• pepe q.b.
• prezzemolo fresco q.b. (facoltativo)
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 30 min

Ecco cinque ricette con lenticchie, adatte a ogni palato, perfette per qualunque pasto.

Ci sono piatti prelibati e cibi raffinati, di alta classe, ma per mangiare bene e gustoso, a volte non serve andare troppo lontano o lavorare troppo, come ci insegnano queste cinque ricette con lenticchie. Delle preparazioni molto semplici ma che hanno come protagonista questo prezioso legume che, non sempre, viene valorizzato in cucina come meriterebbe!

Siete curiosi di scoprire i nostri 5 campioni in questo campo? Tuffiamoci nei nostri piatti con lenticchie e, poi, scopriamo qualche informazione in più sul legume.

Le nostre cinque ricette con le lenticchie

Zuppe, vellutate, piatti vegetariani, ricercati o classici… ecco le nostre cinque ricette con le lenticchie per i vostri pasti sani e golosi.

La zuppa gustosa dal colore caldo

9 ricette autunnali per la tua tavola

Zuppa di lenticchie
Zuppa di lenticchie

La zuppa di carote, zenzero, lenticchie rosse e arancia è una vellutata leggera ottima per aprire il pranzo. Viene arricchita e aromatizzata dall’arancia e impreziosita dalla presenza delle lenticchie rosse. Lo zenzero, poi, aggiunge un tocco esotico molto suggestivo. Servitela ben calda con erba cipollina fresca sminuzzata e pepe nero macinato al momento.

  • 100 g di lenticchie rosse
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 2 arance
  • 1 cipolla bianca
  • 1 spicchio d’aglio,
  • zenzero fresco (2 cm)
  • brodo vegetale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • erba cipollina q.b.
  • pepe nero e sale q.b.

Proviamo una delle nostre ricette con lenticchie rosse che più apprezziamo. Per farlo iniziamo tagliando tutte le verdure, grattugiando lo zenzero, mettendo a bagno le lenticchie e spremendo e mettendo da parte il succo delle arance. Fate poi bollire un litro di brodo vegetale e iniziate a entrare nel vivo della preparazione. In una pentola o padella con i bordi alti versate un filo d’olio, l’aglio e lo zenzero e le verdure. Lassiate insaporire il tutto, scolate le lenticchie e aggiungetele in padella sfumando con il succo di arancia. Copritele con qualche mestolo di brodo e portate a cottura (ci vorranno circa 40-45 minuti) aggiungendo brodo al bisogno. A questo punto frullate tutto con un mixer a immersione, impiattate e decorate con un po’ di erba cipollina.

Le tagliatelle dal gusto di bosco

Tagliatelle all'ortica e lenticchie
Tagliatelle all’ortica e lenticchie

Le tagliatelle all’ortica hanno il sentore erbaceo di questa deliziosa pianta primaverile e un ricco ragù vegetale.

Grazie alle lenticchie e ai funghi sono perfette anche per chi non può mangiare latte e derivati e risultano un ottimo piatto vegetariano molto saporito, sfizioso e originale se togliamo il pesce. Il gomasio si trova anche al supermercato, altro non è che sesamo tostato e macinato con l’aggiunta di sale marino. Se non lo trovate, sostituitelo con del sesamo tostato.

  • 350 g di passata di pomodoro
  • 250 g di ortica
  • 150 g di funghi champignon
  • 100 g di farina di frumento tipo 00
  • 100 g di farina semintegrale
  • 100 g di semola
  • 100 g di lenticchie
  • 2 uova
  • 1 carota
  • 1 cipolla dorata
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 foglie di alloro
  • 4 foglie di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • olio d’oliva extravergine q.b.
  • zucchero di canna q.b.
  • pepe e sale q.b.

Per preparare la pasta lavate e sbollentate le foglie di ortica in acqua bollente salata, poi strizzatele bene e tagliatele con il coltello molto finemente. Unitele alle farine, alle uova e a un pizzico di sale e mescolate energicamente fino a ottenere un panetto che conserverete in frigo per qualche tempo. Ora preparate il ragù facendo soffriggere sedano, carota e cipolla tritati finemente con l’aglio, insieme a un filo d’olio, salvia e rosmarino e le foglie di alloro intere. Aggiungete le lenticchie e i funghi tagliati a cubetti e lasciateli insaporire. Aggiungete il vino a sfumare e a seguire la passata e 600 ml di acqua, sale e zucchero di canna. Lasciate cuocere per circa 1 ora poi mettete a bollire la pasta e unitela al ragù.

Gusto delicato: buonissima e salutare

Vellutata di lenticchie
Vellutata di lenticchie

Con la vellutata di lenticchie portate in tavola bontà e salute: verdure e legumi sono un matrimonio perfetto in grado di garantire tutto il sapore che serve. Non servitela caldissima, deve essere gustata con tranquillità a cucchiaio pieno. Potete accompagnare con crostini di pane tostati in forno.

  • 300 g di lenticchie in scatola
  • 150 g di pomodori
  • 100 g di carote
  • 50 g di cipolle
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 bustina di zafferano
  • Sale q.b.
  • Pepe bianco q.b.

Iniziate lavando e tagliando a pezzi pomodori, carote e cipolla. Prendete una padella e mettetela sul fuoco, aggiungete un filo d’olio e l’aglio privato dell’anima e lasciatelo soffriggere pochi minuti, poi aggiungete anche le verdure appena tagliate. Aggiungete poi le lenticchie e il prezzemolo ben lavato, poi aggiungete 3 mestolini di acqua bollente e lasciate cuocere il tutto a fiamma bassa per circa 30 minuti. Aggiungete dell’acqua in caso il tutto si asciughi troppo. Poco prima di spegnere il fuoco aggiungete anche la bustina di zafferano e mescolate bene, regolando anche di sale e pepe. Ora prendete un minipimer e frullate il tutto trasformandolo in una crema, impiattate calda e aggiungete un filo di olio a crudo.

Un grande classico, buonissimo e sano

Pasta e lenticchie
Pasta e lenticchie

La pasta e lenticchie è un piatto povero, ma per la sua bontà è degno di un re: potete servirlo denso e corposo o con più brodo. Al momento di portare in tavola, potete guarnire i piatti con un filo di olio EVO a crudo e una macinata di pepe nero. Se nella preparazione non gradite l’aglio, lasciatelo intero ed eliminatelo prima di unire le lenticchie.

  • 250 g di ditalini
  • 250 g di lenticchie in scatola
  • 3 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 60 g di pancetta
  • 2 cucchiai d’olio EVO
  • 1 rametto di rosmarino
  • mezzo spicchio d’aglio
  • 50 g di cipolle
  • 50 g di carote
  • 30 g di sedano
  • 1 l di brodo vegetale
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • prezzemolo fresco q.b. (facoltativo)

Mettete il brodo a scaldare sul fuoco e, nel mentre, tagliate finemente carota, sedano, cipolla, aglio e pancetta. Mettete la verdura e la pancetta a soffriggere per qualche minuto in padella con un filo d’olio, insieme al rametto di rosmarino, poi aggiungete il concentrato di pomodoro e un mestolino di brodo ed eliminate il rosmarino. Scolate e aggiungete le lenticchie in padella, coprite il tutto con il brodo vegetale e lasciate cuocere per circa 30 minuti aggiungendo brodo al bisogno. Quando i legumi saranno belli teneri regolate di sale e pepe e gettate la pasta in padella in modo che cuocia nelle lenticchie e nel brodo vegetale rimasto (che dovrete aggiungere in padella). A cottura ultimata servite nei piatti e cospargete con un po’ di prezzemolo fresco a piacere.

Piatto vegetariano: lenticchie e tofu

Lenticchie e tofu
Lenticchie e tofu

Un piatto unico ricco di proteine vegetali, con un gusto tutto da scoprire: curry di tofu e lenticchie al latte di soia.

Se siete sempre a caccia di gusti nuovi e di cibi sani, il curry di tofu e lenticchie al latte di soia potrebbe essere il piatto giusto per voi. L’abbinamento tra il tofu, anche detto formaggio di soia, e la dolcezza delle lenticchie, consente al primo ingrediente di assumere un sapore molto più vario e interessante. Andremo ad arricchire il tutto con della preziosa curcuma in polvere, sempre perfetta quando si tratta di speziare i legumi (ma non solo).

  • 400 g di tofu al naturale
  • 500 ml di latte di soia
  • 200 g di lenticchie secche
  • 1 scalogno o una piccola cipolla bianca
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • qualche pomodoro ciliegino
  • curcuma in polvere q.b.
  • pepe nero q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale fino q.b.

Si tratta di una delle nostre ricette con le lenticchie secche, nonché una delle ricette vegane con le lenticchie. Per prepararla mettete a bagno i legumi e poi cuoceteli in pentola fino a che non saranno tenere. Nel mentre tagliate le verdure per il soffritto e il tofu a cubetti. Prendete una padella, aggiungete un filo d’olio e fate soffriggere le verdure, poi aggiungete il tofu, le lenticchie e i pomodorini. Completate aggiungendo curcuma, un pizzico di sale, il pepe e il latte di soia caldo. Chiudete la padella con un coperchio e lasciate cuocere fino a che il latte non si addenserà.

Le lenticchie in cucina

Come vi abbiamo promesso scopriamo qualche informazione in più su questo legume dall’origine antichissima: originarie del Medio Oriente, conosciute e apprezzate dai popoli della Mezzaluna Fertile, sono poi state amate anche da Romani e Greci, che le usavano in molti piatti. Secondo la tradizione portano fortuna, grazie alla loro forma che ricorda una moneta.

Le trovate in commercio essiccate ma anche fresche o in scatola. Perfette in estate, sono adatte anche in qualunque altro periodo dell’anno.

Si tratta di legumi molto nutrienti e presenti in molte delle nostre tradizioni di cucina regionali. Perfette per zuppe e minestre, ottime come contorno o come ingrediente in piatti elaborati, sono davvero buonissime.

L’ammollo: richiesto da alcune ricette a base di lenticchie

Molte ricette con lenticchie richiedono che i legumi vengano prima messi in ammollo. Questa preparazione permette al seme di risvegliarsi e aumenta il suo apporto nutritivo. Tuttavia, solo quelle grandi e non le più piccole hanno bisogno di un ammollo. L’ammollo è sconsigliato se si vogliono servire le lenticchie in insalata, o crude.

Per mettere questi legumi in ammollo, può bastare anche solo una mezz’oretta, ma l’ideale è tenere le lenticchie in acqua fredda per una notte e poi sciacquarle prima di cucinarle.

Le lenticchie fanno bene?

Le ricette con le lenticchie fanno molto bene, in quanto questi legumi sono ricchi di proteine. Indicate nelle diete vegane e vegetariane, il loro alto contenuto di ferro, magnesio e sali minerari, oltre che di fibre, le rendono un ottimo alimento.

Riproduzione riservata © 2021 - PC

ultimo aggiornamento: 30-10-2021


Crescione di zucca e patate, perfetto per l’autunno

Cercate un contorno diverso dal solito? Provate i cardi al latte