Renato Bosco non è un semplice pizzaiolo: Si è soprannominato Pizzaricercatore e non è difficile capire il motivo.

Abbiamo voluto definire Renato Bosco il re della pizza riprendendo una “polemica” nata insieme all’inaugurazione del suo primo locale a San Martino Buon Albergo (Verona), il Pizzadarè. In realtà egli voleva semplicemente chiamarlo “pizza da Renato”, ma i fatti hanno dimostrato che lui con la pizza ci sa davvero fare. Vediamo di conoscerlo meglio attraverso la sua biografia.

Chi è Renato Bosco?

Renato, classe 1967, è nato sotto il segno dell’Acquario. Entra per la prima volta a contatto con il mondo della ristorazione lavorando come cameriere in una pizzeria napoletana. Quando imbraccia la pala per la prima volta però scatta il colpo di fulmine.

Da quel momento non ha più smesso di studiare, imparare e innovare il mondo dei lievitati, dolci e salati, realizzando ricette davvero particolari. Siano esse in teglia, al metro, alla romana, napoletane, non ci sono pizze che sfuggano al suo estro creativo. Il filo conduttore è la scelta accurata delle materie prime, fondamentale per ottenere prodotti di qualità.

Renato Bosco
Fonte foto: https://www.instagram.com/saporeverona/

Dopo l’inaugurazione del suo primo locale nel 2006, Pizzadaré, apre nell’immobile adiacente una seconda attività, Saporè. Nato come locale di degustazione con laboratorio a vista, permette agli ospiti un viaggio nel mondo di Renato, fatto di lunghe lievitazioni, accostamenti insoliti e alta qualità del prodotto finito.

Alcuni si ricorderanno di Renato per averlo visto su AliceTv nella trasmissione PanPerFocaccia, in onda nel 2013. Nel 2020 fa ritorno sul piccolo schermo al fianco di Alessandro Borghese in Kitchen Sound.

Vita privata di Renato Bosco

Curiosando sul suo profilo Instagram non si trovano tracce della sua vita privata.

Tuttavia, pur mantenendo un certo riserbo, è noto che da tempo al suo fianco c’è una donna di nome Samantha. Sua spalla fin dagli inizi della carriera, è con lei che ha avviato la sua prima attività, Pizzadaré.

3 curiosità su Renato Bosco

– Il patrimonio economico di Renato non è noto, così come il suo domicilio. È ragionevole presupporre però che viva in provincia di Verona, non troppo lontano dalle sue attività.

– Si è auto soprannominato Pizzaricercatore, ben conscio della notevole mole di lavoro che c’è dietro la creazione di ogni pizza.

– Tra i suoi primi amori, oltre a quello sbocciato con la pala della pizza, c’è il lievito madre: è una costante delle sue ricette.

Fonte foto: https://www.instagram.com/saporeverona/

Scopri cosa devi fare se sei venuto a contatto con persone positive al Covid 19


Davide Comaschi: una vita alla Pasticceria Martesana

Chi è Natale Giunta, lo chef con la coppola di Detto Fatto