Ingredienti:
• 50 g di orzo perlato
• 50 g di farro perlato
• 100 g di ceci secchi
• 100 g di cannellini secchi
• 70 g di lenticchie secche
• 1/2 lattina di pelati
• 1 fetta spessa di pancetta
• 1 spicchio di aglio
• 1 cipolla
• 2 foglie di alloro
• 1 rametto di rosmarino
• olio q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 30 min
cottura: 150 min

Il ciavarro di ripatransone è una zuppa di cereali e legumi tipica delle Marche e servita solitamente in occasione del primo maggio.

Il ciavarro di Ripatransone è una minestra di origine marchigiana preparata solitamente in occasione del 1° Maggio. Al pari del piatto virtù teramane infatti, serviva per dare fondo agli ultimi avanzi della dispensa e fare così spazio alle primizie. Per questo motivo è davvero difficile codificare la ricetta di questo prodotto tipico.

In linea di principio gli ingredienti che non possono mai mancare in questo piatto tipico della cucina ripana sono i cereali (orzo e farro) e i legumi in varietà a piacere (borlotti, cannellini e lenticchie). A questi si aggiungono gli aromi e la pancetta affumicata che dà al piatto un tocco di sapore in più.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

ciavarro di ripatransone
ciavarro di ripatransone

Come preparare la ricetta del ciavarro di Ripatransone

  1. Per prima cosa mettete a mollo i legumi. I ceci necessitano di 24 ore, i cannellini di 12 mentre le lenticchie possono essere cotte direttamente. Procedete poi con la cottura: portate a bollore una pentola colma di acqua e calate i ceci. Dopo un’ora aggiungete i cannellini e dopo 20 minuti le lenticchie. Solo quanto tutti i legumi saranno teneri spegnete e aggiungete due cucchiaini di sale grosso.
  2. Lessate anche l’orzo e il farro per il tempo indicato sulla confezione (solitamente 20-30 minuti).
  3. A parte, in un tegame, rosolate la cipolla tritata con lo spicchio di aglio nell’olio. Unite la pancetta a dadini e lasciate andare fino a che non avrà lasciato il suo grasso.
  4. Aggiungete i pelati, le erbe aromatiche e proseguite la cottura per 15 minuti prima di unire i legumi scolati e i cereali ben cotti.
  5. Lasciate insaporire per 15 minuti prima di distribuire nei piatti e servire accompagnando a piacere con delle fette di pane tostato.

Se questa ricetta vi è piaciuta vi consigliamo di provare anche la nostra deliziosa zuppa di legumi calda e corroborante è perfetta per l’inverno.

Conservazione

Il bello di questo piatto è che con il passare dei giorni è ancora più buono. Potete quindi conservarlo ben coperto in frigorifero per 3-4 giorni e riscaldarlo in padella prima di consumarlo.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 01-05-2022


Dolci con le fragole: le 16 ricette più golose in circolazione

Virtù teramane, la ricetta della primavera abruzzese