Come coltivare pomodori nel modo giusto scegliendo la giusta esposizione al sole, il terreno perfetto e il concime migliore.

I pomodori sono degli ortaggi che amano il calore e il sole. Per questo motivo il periodo ideale in cui raccoglierli in abbondanza è l’estate. Per avere un buon raccolto e pomodori di buona qualità è importante scegliere una zona dell’orto ben esposta al sole e curarli tutti i giorni. Coltivare pomodori nel migliore dei modi richiede un terreno arricchito di nutrienti, come ad esempio bucce di banana o scarti di frutta e verdura che lo renderanno ancora più fertile.

Vediamo qual è il periodo migliore dell’anno per coltivare i pomodori e averli a disposizione tutto l’anno.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

coltivare pomodori
Fonte foto: https://pixabay.com/it/pomodori-capriate-pomodori-di-bush-3480643/

Come e quando si seminano i pomodori 

Il periodo ideale per seminare i pomodori è da metà febbraio a metà marzo. Ovviamente, bisognerà prima piantarli in dei vasetti e aspettare che i semi germoglino. Non metteteli subito nel terreno, altrimenti non cresceranno per via delle temperature ancora poco stabili. Realizzate, dunque, un foro nel terriccio del vasetto e inserite in ogni duca due semi. Ricoprite la semente con un leggero strato di terriccio e bagnate leggermente. Posizionate poi il contenitore in un ambiente con una temperatura dai 15 °C ai 20 °C e nel giro di due settimane le piante germineranno.

Durante questo lasso di tempo annaffiate le piantine ogni giorno in modo che si mantenga umido.

Come trapiantare i pomodori

Quando le piantine avranno messo le prime foglie e raggiunto i 15 cm circa di altezza è giunto il momento di trapiantarli nell’orto. Diversamente, potete trasferirli in un vaso più grande e dunque, coltivare i pomodori in vaso.

Il periodo ideale per trapiantarli è da metà aprile a fine maggio, pioggia e temperature permettendo. Ricordate, infatti, che le temperature esterne non devono superare i 12 °C, ma neanche andare troppo sotto.

Posizionate le piantina a una distanza di circa 50 cm l’una dall’altra in modo che possano avere tutto lo spazio per crescere. Inserite le piante di pomodori in delle buche non troppo profonde e comprimete leggermente la terra versando dell’acqua per rendere il terreno umido.

Ricordate, infine, di bagnare i pomodori ogni giorno con regolarità, possibilmente la sera o al mattino presto prima che sorga il sole. Infine, è importante che i pomodori siano sorretti con dei bastoni di legno o dei tutori. Sistemateli a lato del gusto così che questo si potrà avvolgere su di esso.

Una volta raccolti potrete preparare un buonissimo sugo fresco o preparare delle sfiziose insalate estive.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/pomodori-capriate-pomodori-di-bush-3480643/

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 12-06-2018


Come riconoscere un avocado maturo e come pulirlo

Cibi che fanno ingrassare: 3 insospettabili