Ecco tutto ciò che dovete sapere sui funghi secchi e come conservarli in casa, nei luoghi e nei tempi più giusti.

I funghi sono tra gli ingredienti più versatili che abbiamo a disposizione. Largamente presenti sul territorio italiano, è consuetudine raccoglierli o acquistarli per tenerne sempre una scorta in casa. Il loro punto di forza è l’intenso sapore, capace di ravvivare qualsiasi piatto. Buoni e saporiti, si adattano a una varietà di preparazioni. Per averli sempre a disposizione, si possono realizzare i funghi secchi e, poi, capire come conservarli a casa. Anche dopo essere stati essiccati, possono essere utili per arricchire di gusto varie ricette.

Feste in tavola! Piatti facili, sfiziosi e originali!

Funghi secchi come conservarli
Funghi secchi come conservarli

Tutti i consigli sui funghi secchi: come conservarli e dove

Il consiglio migliore è di tenere i funghi secchi lontano dal calore. In un ambiente umido e caldo, questo prodotto dura poco, perché il suo sapore tende a guastarsi più velocemente. Al contrario, il freddo è un ottimo alleato. Ad esempio, potete tenerli in una dispensa buia e fresca, purché restino chiusi ermeticamente in un contenitore di plastica o vetro. Un’ottima idea sarebbe conservarli in frigo, sempre tenendoli in un contenitore con coperchio a chiusura ermetica.

Per preservare in modo migliore la consistenza dei funghi secchi, potete conservarli in freezer. Per questo metodo, dovete procurarvi un comune sacchetto per congelatore, che sia ben pulito all’interno. Mettete in questo sacchetto i funghi e chiudete in maniera ermetica. All’occorrenza vi basterà scongelarli ad esempio per realizzare un goloso risotto ai funghi secchi.

Per quanto tempo conservare i funghi porcini (e non solo) secchi

Con questi metodi, potete conservare qualsiasi tipologia di fungo secco. Il processo di essiccazione, infatti, si adatta a ogni variante di questo prodotto. Prima di procedere alla conservazione, ricordate di pulire con cura l’alimento. Evitate di lavarli sotto acqua corrente, perché tendono ad assorbire il liquido e a perdere di sapore; in alternativa, vi basta togliere il terriccio strofinando con uno spazzolino.

Se i funghi sono ben puliti, si conserveranno in maniera adeguata. Ad ogni modo, il tempo in cui conservare questo alimento, mantenendo intatto il suo sapore, varia in base alle tante condizioni. Solitamente, i funghi secchi possono conservare il loro sapore in un lasso di tempo compreso tra sei mesi e un anno.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 16-10-2022


Zucca: tutto quello che c’è da sapere sulla sua conservazione

Come fare i broccoli? Ecco cosa sapere per cuocerli senza errori