Come conservare il cibo in spiaggia anche sotto le alte temperature

Metodi efficaci per conservare il cibo al mare e mantenerlo fresco il più a lungo possibile.

chiudi

Caricamento Player...

In spiaggia non è di certo facile riuscire a mantenere al fresco e in buono stato il cibo che ci si porta dietro. Quando si organizza con gli amici o i familiari un pranzo in spiaggia bisogna scegliere con cura gli ingredienti con cui cucinare, ma bisogna soprattutto conservarli bene. Anche se ci sono degli ottimi metodi di conservazione ci sono dei cibi da evitare che rischiano di andare a male in pochi minuti. Vediamo, allora, come conservare il cibo in spiaggia nel migliore dei modi.

CONSERVARE IL CIBO IN SPIAGGIA
CONSERVARE IL CIBO IN SPIAGGIA

Ecco come conservare il cibo in spiaggia al riparo da fonti di calore dirette.

Quando si organizza un pranzo o uno spuntino in spiaggia bisogna sempre portare con sè una borsa frigo. Non è necessario che questa sia ingombrante e pesante. Sarà sufficiente acquistarne una morbida con i manici e che sia facile da trasportare. Queste borse frigo sono l’ideale per conservare panini, affettati e frutta. In questo modo il cibo si manterrà fresco per ore senza il rischio di andare a male. Tuttavia, alcuni cibi una volta aperti, come le insalate o gli affettati, non hanno molta vita e quindi è meglio consumarli subito.

Per mantenere le bibite fresche un’ottima idea potrebbe essere quella di mettere dei cubetti di ghiaccio nelle bottiglie nel caso in cui si preparino delle bevande rinfrescanti a casa. Se, invece, le bottiglie sono chiuse metterle nel freezer una o due ore così da mantenerle fresche più a lungo. Utilizzare, infine, i contenitori ermetici in modo da evitare che il caldo o la sabbia possano venire a contatto con il cibo. Ricordarsi, inoltre, di non lasciare mai la borsa del cibo sotto il sole e tenerlo sotto l’ombrellone o lontano da fonti di sole dirette.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!