I cuneesi al rum ovvero i cioccolatini piemontesi più famosi dopo il gianduiotto pronti per essere preparati da voi.

I cuneesi al rum sono un prodotto tradizionale, squisito e la cui ricetta originale risale ai primi del Novecento. La loro storia è ammantata di leggenda e come molte bontà pare che siano nati per coprire un errore… e per fortuna che c’è stato!

DIFFICOLTÀ: 5

COTTURA: 90′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 70′ + riposo

INGREDIENTI CUNEESI AL RUM

Per le meringhe al cacao

  • 3 albumi (da uova medie)
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di zucchero a velo
  • 20 g di cacao amaro in polvere

Per la crema pasticcera al cioccolato e rum

  • 3 tuorli
  • 320 ml di latte fresco intero
  • 130 g di cioccolato fondente (80%)
  • 80 g di zucchero semolato
  • 80 ml di rum scuro invecchiato
  • 40 g di farina 00
  • 20 g di cacao amaro

Per la copertura

  • 360 g di cioccolato fondente (80%)

10 ricette per tenersi in forma

Come fare i cuneesi al rum

PREPARAZIONE CUNEESI AL RUM

Per questa preparazione occorre: fruste elettriche; pellicola alimentare; tasca da pasticcere con bocchetta liscia; carta da forno; gratella.
Preparate le meringhe. Riunite in una capiente terrina o nella ciotola della planetaria (se l’avete) gli albumi, lo zucchero semolato e metà del cacao e montate con le fruste elettriche.

Lavoratela finché la massa sarà raddoppiata di volume e la meringa risulterà sarà ben ferma, quindi aggiungete poco per volta lo zucchero a velo e il cacao rimanente, continuando a montare. Dovete ottenere una meringa lucida.

Preriscaldate il forno a 90°-100°C. Trasferite il composto in una tasca da pasticceria con bocchetta liscia. Create delle piccole meringhe su placche da forno rivestite di carta da forno. Alcune dovranno essere più piatte e schiacciate, per fare la base, altre più appuntite.

Infornate le meringhe per circa un’ora, con lo sportello leggermente aperto, per far uscire il vapore. Lasciate raffreddare nel forno spento.

A questo punto preparate la crema. Scaldate il latte senza farlo bollire. Riunite i tuorli in una ciotola e lavorateli con lo zucchero, per ottenere un composto bianco e spumoso.

Incorporate nelle uova anche la farina setacciata, poco per volta, il cacao e poi unite il latte caldo a filo, mescolando sempre con una frusta. Rimettete il tutto sul fuoco, a fiamma bassa e sempre mescolando, fino a quando la crema si sarà addensata. Versate il tutto in una ciotola, coprite con pellicola e lasciate intiepidire.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e aggiungetelo alla crema, poi mettete anche il rum. Quando la crema sarà fredda, mettetela in frigo per solidificarla.

Quando sarà ben soda e fredda, mettetela in una sac-à-poche con bocchetta liscia e mettetene un po’ su una meringa piatta. Metteteci sopra l’altra meringa, appuntita, e procedete con le altre. Trasferite in luogo fresco per un paio d’ore.

Per la glassa, fate fondere a bagnomaria 240 g di cioccolato a circa 50°C. Quindi, incorporate il cioccolato che rimane, tagliato fine con il coltello, e amalgamate tutto, portando a temperatura ambiente o poco più (massimo 30-35 gradi). È utile tenere una pentola sul fuoco con un po’ di acqua, per la bagnomaria se la temperatura dovesse scendere troppo e il cioccolato solidificarsi.

Fate colare il cioccolato fuso sopra i cuneesi, idealmente su una grata da cui possa colare quello in eccesso. Mettete poi ad asciugare su una teglia rivestita di carta da forno.

Lasciate riposare qualche ora prima di consumarli.

E se avete scoperto che fare cioccolatini è la vostra passione provate anche a riprodurre i Baci: “Come fare cioccolatini dal ripieno morbido (tipo Baci)“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 09-04-2017


Uova primavera

Cucchiai di pasta sfoglia, il finger food velocissimo e simpatico