Fare e conservare le caldarroste in casa: idee e consigli utili

Come fare le caldarroste al forno e in padella e come conservarle correttamente? Ecco le preparazioni e alcuni consigli utili!

chiudi

Caricamento Player...

Perfette da sgranocchiare magari accompagnandole con un bel calice di vino: sono le caldarroste. Il mese di ottobre è senza dubbio il migliore per raccogliere e iniziare a pensare come conservare le castagne raccolte durante una bella gita nei boschi con la famiglia o con gli amici.

Innanzitutto, durante la raccolta è meglio inserire le castagne in cestini di vimini o sacchetti di iuta. Questi contenitori, a differenza delle buste di plastica, lasciano traspirare le castagne evitando che si possano sviluppare muffe.

Castagne al microonde
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/500462577315762747/

Come cucinare le caldarroste in forno e in padella

Se volete cuocere la castagne nel forno dovete per prima cosa procurarvi una teglia forata per fare in modo che il calore si distribuisca in modo uniforme. Intagliate delicatamente le castagne nella parte più bombata, distribuitele sulla teglia forata e fatele cuocere in forno già caldo a 220° per 20-25 minuti. Potete verificare la cottura delle castagne assaggiandone una in modo da verificare che anche l’interno sia ben cotto.

Anche la cottura in padella richiede l’utilizzo di un apposito strumento. È necessaria, in questo caso, una padella forata. Rispetto alla rosolatura in forno, quella in padella è più lenta ma vi consente di tenere sotto controllo la cottura.

Come conservare le castagne nel congelatore o essiccate

Le castagne possono essere conservate in freezer senza doverle cuocere prima, è importante però inciderle prima di inserirle all’interno dei sacchetti per alimenti in modo da evitare di dover attendere che si scongelino prima di cuocerle.

In alternativa, potete anche provare ad essiccare le castagne: stendetele su di una rete metallica e lasciatele al sole tutto il giorno, ricordandovi di girarle ogni tanto. Ripetete questa operazione almeno per 5-6 settimane prima di trasferire le castagne in vasetti di vetro a chiusura ermetica.

Vi consiglio di provare la mousse di castagne, ottima da spalmare sul pane.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/500462577315762747/, https://pixabay.com/it/castagno-castagne-dolci-secchi-2388454/

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!