Patatine fritte perfette? Ecco la ricetta per farle croccanti e dorate!

Vi è capitato di fare le patatine fritte in casa ma il risultato è stato poco invitante e molle? Ecco le nostre regole d’oro per fare patate fritte croccanti e perfette!

Patatine fritte croccanti e perfette fatte in casa sono il vostro sogno? Vediamo la preparazione e la ricetta di questo snack artigianale, da servire anche come contorno, per dare più sprint a un semplice hamburger casalingo: fanno proprio gola!

Anche a voi capita che le patatine fritte siano flosce e molli? Non scoraggiatevi: seguendo alcune semplici regole, la frittura delle vostre patate non avrà nulla da invidiare a quella delle famose catene di fast food! Ecco quindi regole, consigli, segreti e la ricetta delle patate fritte!

Ingredienti per la ricetta delle patate fritte (per 4 persone)

  • 250 g di patate novelle
  • sale q.b.
  • salse a piacere
  • olio per friggere q.b.

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: | TEMPO DI PREPARAZIONE: 15′

Patatine fritte
Fonte foto: https://pixabay.com/en/french-fries-eat-snack-fast-food-2762014/

Come fare le patate fritte: le regole d’oro

La prima cosa da fare è scegliere le patate giuste. Con le novelle, a pasta gialla, otterrete un risultato migliore, perché sono meno ricche di amido e acqua e quindi in frittura risulteranno più croccanti. Non cadete nella tentazione del surgelato: saranno pure comode perché sono già tagliate, ma scordatevi che vengano appetitose come quelle fresche. Vale la pena di perdere qualche minuto in più per pelarle e tagliarle!

Quello che rende flosce le patate fritte è l’amido. Per questo, dopo averle lavate e tagliate, le dovrete lasciare in una bacinella colma di acqua gelata per un’oretta.

Fate molte attenzione alla regolarità del taglio: non bisogna certo avere un righello a portata di mano ma, più o meno, cercate di ricavare degli spicchi o dei bastoncini regolari, in modo che la cottura sia più uniforme. Potete scegliere di tagliarle a cubetti senza sbucciarle (e ottenere così delle patatine fritte con la buccia un po’ rustiche) oppure tagliarle a fiammifero in modo preciso.

Dopo l’ammollo, asciugatele alla perfezione e non salatele assolutamente (vanno condite solo dopo la frittura!).

Preparate, per friggere, dell’olio di arachidi o di semi di girasole: versatene in abbondanza in una pentola e aspettate che sia incandescente prima di immergere le patate (deve raggiungere i 180 °C). A questo punto, tuffate le patatine in padella un po’ per volta e non perdetele mai di vista: in pochi minuti cuoceranno.

Quando sono dorate, scolatele e fatele scolare un un foglio di carta assorbente; poi, salatele e servitele belle calde! Se lo desiderate, potete aggiungere degli aromi come rosmarino e salvia.

E per un’alternativa un po’ più sana, ecco come fare le patatine fritte al forno!

Fonte foto: https://pixabay.com/en/french-fries-eat-snack-fast-food-2762014/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-10-2018

X