Consigli della nonna per pulire i gamberi e i gamberoni in modo perfetto senza romperli: eliminate l’intero carapace, oppure togliete solo l’intestino.

Cotti al forno, fritti o gratinati, i gamberi e i gamberoni devono essere puliti alla perfezione per preparare un ottimo piatto. La pulizia di questo crostaceo dovrà essere impeccabile, altrimenti rischiate di sentire un fastidioso gusto amarognolo o di pungervi con le zampe. Per pulire i gamberoni e i gamberi sarà sufficiente un coltello e un bastoncino e avrete un risultato perfetto in pochissimo tempo.

Curiosi di scoprire finalmente il modo adatto su come pulire i gamberoni, gamberi, gamberetti e mazzancolle al meglio? Prima vediamo quali sono le differenze sostanziali e poi andiamo a eseguire due semplici procedure in base al tipo di cottura che si desidera realizzare.

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

Differenza tra gamberi e gamberoni

Come promesso, prima di entrare nel vivo dell’argomento su come sgusciare i gamberi e i gamberoni, vediamo in cosa si differenziano questi crostacei. Proprio come suggerisce la terminologia, i gamberoni sono più grandi dei “soli” gamberi. Infatti se i secondi arrivano a misurare circa 10 cm, i primi possono raggiungere anche il doppio della lunghezza.

Ma questo da cosa è dovuto? Non di certo da diverse condizioni di crescita, in realtà si tratta proprio di specie diverse. Mentre i gamberetti sono gamberi che non sono arrivati alla maturazione completa e, infine, le mazzancolle fanno sempre parte della famiglia dei gamberi, tuttavia le sue carni sono più pregiate, si caratterizzano dal colore rosa più acceso e dalle dimensioni un po’ più generose del gambero “comune”.

Eliminare intestino interno dei gamberoni
Eliminare intestino interno dei gamberoni

Come pulire i gamberi (o gamberoni) crudi

Per pulire i gamberoni freschi, o decongelati bisogna seguire pochi e semplici passaggi:

  1. Prima di tutto lavateli sotto l’acqua corrente, successivamente, tamponateli con un panno pulito.
  2. Staccate la testa con le mani, ruotandola delicatamente e mettetela da parte. Staccate poi le zampe e con le dita eliminate delicatamente la parte esterna dell’esoscheletro andando a tirare dalla parte interna verso quella esterna, per eliminarlo completamente.
  3. A questo punto potrete decidere se tenere la coda o eliminarla.
  4. Infine passiamo alla parte più delicata: pulire il crostaceo dall’intestino. Fate un’incisione sul dorso del gambero e togliete delicatamente il filo intestinale che è al suo interno (per farlo potete aiutarvi con uno stuzzicadenti).
  5. Sciacquate e ora potete utilizzare i vostri gamberi per mille ricette diverse.

Per fare dei gamberoni o dei gamberi al forno è meglio non pulirli completamente, altrimenti si disidratano, perdendo tutto il loro sapore. Fate quindi un’incisione sulla parte superiore del carapace, aiutandovi con una forbice, aprite leggermente il gambero ed eliminate il filo intestinale interno facendo molta attenzione.

Come abbiamo detto in precedenza, non buttate gli scarti, potete usarli per realizzare un fumetto o bisque.

Come pulire i gamberi (o gamberoni) già cotti

Un metodo per pulirli più facilmente è quello di farlo quando sono cotti:

  1. Fate bollire per pochi minuti i crostacei in acqua non salata.
  2. Scolateli, aspettate che intiepidiscano e poi procedete come per la versione cruda, l’esoscheletro e il l’intestino saranno molto più semplici da rimuovere se siete alle prime armi.
Infografica su come pulire i gamberi e i gamberoni

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 18-06-2024


Dieta dei frullati, per perdere qualche chilo di troppo

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti