Congelare i cibi è comodo, ma per quali alimenti è sconsigliato?

Come fare un infuso vegan disintossicante

Congelare i cibi è sicuramente un’abitudine comoda e anche sicura, visto che la catena del freddo permette un’ottima conservazione: ma non tutto si può congelare.

Quando al supermercato facciamo delle spese consistenti, per evitare di tornarci a breve o per tenere in casa una scorta comoda, congelare i cibi in freezer è sempre una buona abitudine. Il freddo conserva bene i cibi per molti mesi, anche se dipende dal tipo di alimento, ed è importante non interrompere mai la catena del freddo.

Ci sono degli alimenti, però, che è fortemente sconsigliato congelare, perché cambierebbero troppo la loro consistenza e il loro sapore, risultato sgradevoli, flosci, non appetitosi.

Frutta e verdura

Generalmente la verdura si può congelare: pensiamo ai minestroni già pronti e tagliati a pezzi, agli spinaci surgelati in cubetti, ai piselli. Possiamo quindi surgelare dei preparati come per esempio misto per soffritto, minestrone, verdure intere: è sconsigliato, però, congelare insalate e simili verdure a foglia verde. Il congelamento li rende flosci e non recurabili, per questo finiremmo per mangiare un’insalata moscia e niente affatto appetibile. Anche i cetrioli e i pomodori sono verdure da non conservare in freezer, perché alterano troppo la loro consistenza, essendo molto ricchi di acqua.

Per quanto riguarda la frutta, generalmente è meglio non conservarla in freezer perché è molto ricca di acqua e finirebbe per guastarsi e cambiare radicalmente il sapore: in particolare meloni, angurie e fragole sono assolutamente non congelabili.

Latticini

Il latte e i suoi prodotti derivati, tra cui la panna fresca liquida, non sono adatti al congelamento. La panna non sarà più montabile e il latte avrà dei grumi poco gradevoli al gusto. Le mozzarelle, in teoria, si potrebbero conservare, togliendo tutta la loro acqua e chiudendole in un sacchetto. Ma perderebbero del tutto la bontà del prodotto fresco.

Uova

Le uova non si possono congelare, perlomeno non con il guscio. Se proprio volete congelarle, dovete romperle, sistemandole in stampi come quelli per il ghiaccio.

Leggete anche come congelare pesto alla genovese per il prossimo inverno

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 18-05-2016

Caterina Saracino