Dieta Lemme: come funziona e i cibi concessi da Alberico Lemme

Dieta Lemme, come funziona la “dieta dello spaghetto a colazione”

Perdere 10 kg in un mese è la promessa della dieta Lemme, simile sotto alcuni aspetti alla dieta dissociata. Scopriamo insieme come funziona!

Sembra una descrizione paradossale e un po’ comica quella della dieta Lemme. Mangiare spaghetti a colazione si vede solo nei film e mai ci sogneremmo di iniziare la giornata con un piatto di pasta. Eppure la rivoluzionaria dieta elaborata da Alberico Lemme, prevede l’assunzione di carboidrati a colazione, lasciando le proteine a pranzo e cena. Molti, anzi moltissimi, i cibi da evitare, compresi frutta e verdura, pochi quelli consentiti. Vediamo insieme come funziona!

Cibi consentiti e cibi vietati della dieta Lemme

La dieta non prevede alcuna indicazione circa la grammatura del cibo. Può essere considerata simile sotto certi aspetti alla già nota dieta dissociata (secondo cui bisogna evitare l’assunzione all’interno dello stesso pasto di carboidrati e proteine), ma in aggiunta non prevede l’assunzione di frutta e verdura.

Dieta
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/dieta-contacalorie-perdita-di-peso-695723/

Quindi niente frutta, niente verdura ma soprattutto banditi totalmente sale, zucchero e aceto. Per insaporire si possono utilizzare le spezie e le erbe aromatiche.

Dieta Lemme: funziona?

Diversi nutrizionisti e medici si sono espressi a riguardo. La dieta Lemme funziona in quanto regime ipocalorico (si è calcolato che apporti circa 1500 kcal al giorno, quindi al di sotto del classico fabbisogno energetico), ma è totalmente squilibrata.

L’eccesso di proteine provoca un affaticamento dei reni, inoltre omettere sale e zucchero potrebbe causare capogiri. Infine, non assumere frutta e verdura potrebbe causare problemi intestinali.

Si potrebbe dire che la medicina fa fronte comune su questa “nuova dieta” consigliando di evitarla a favore della più classica dieta mediterranea.

Chi è Alberico Lemme?

Il Lemme si è diplomato all’ISEF è ha insegnato educazione fisica per 15 anni prima di decidere di intraprendere gli studi di farmacia. Da un punto di vista legislativo non è autorizzato a prescrivere diete (solo dietologi, dietisti e biologi nutrizionisti possono farlo) ed è per questo motivo che nella sua dieta non sono indicate grammature.

Il suo approccio non è rivoluzionario solo da un punto di vista alimentare, ma anche perchè è solito insultare i suoi pazienti, chiamati cadetti, con termini quali “ciccioni” e “grassone”. Nonostante tutto è stata scelta come dieta da molti VIP, primo tra tutti Flavio Briatore che, ospite in diverse trasmissioni, ha dichiarato di esser riuscito a perdere 17 kg.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 08-04-2019

X