Polpo e moscardino sono due molluschi differenti nel prezzo e nella sostanza. Scopriamo insieme come distinguerli guardando i tentacoli.

Andare al mercato del pesce può nascondere delle insidie e se non siete molto bravi a distinguere le varie specie potreste ricorrere in fregature. Una delle situazioni che si verifica più spesso è che vi viene al posto del polpo il moscardino.

Distinguere questi due animali, entrambi appartenenti alla famiglia dei cefalopodi, non è molto difficile. Vi basterà guardare con attenzione i tentacoli per capire quale esemplare avete tra le mani.

Cos’è il polpo

Il polpo (attenzione a non chiamarlo polipo) è un mollusco cefalopode. Talvolta viene chiamato piovra, ma in sostanza ci si riferisce sempre allo stesso animale.

Il menu per per deliziare la tua famiglia durante le feste

Insalata polpo
Insalata polpo

Il polpo è dotato di otto tentacoli e presenta due file di ventose, perfettamente simmetriche, su ciascuno di essi. È più scuro del moscardino e abita i fondali rocciosi del mar Mediterraneo. Viene pescato in due periodi distinti dell’anno che vanno da settembre a dicembre e da maggio a luglio. Raggiunto il pieno sviluppo può arrivare a pesare anche 6-7 chili.

Attenzione: la polpessa non è la femmina del polpo ma un animale notturno, piuttosto aggressivo, dal colore rosso-bruno con i puntini bianchi.

Il prezzo del polpo al mercato varia dai 9 ai 13 euro al chilo, quasi il doppio rispetto al moscardino.

Cos’è il moscardino

Anche il moscardino appartiene alla famiglia dei molluschi cefalopodi ma a differenza del precedente è di dimensioni ridotte: difficilmente riesce a superare i 700 g di peso. Il moscardino abita fondali sabbiosi e lo scarso esercizio rende le sue carni meno saporite di quelle del polpo.

Anche il colore è più tenue, tendente al grigio, e la dimensione della testa è di gran lunga inferiore. Ciò che però permette ad un occhio inesperto di distinguere i due sono i tentacoli. In questo caso infatti avremo un’unica fila di ventose.

Il prezzo del moscardino al mercato solitamente non supera i 6 euro al chilogrammo, decisamente meno rispetto al polpo. Resta comunque ottimo per preparare golosi piatti in umido come i moscardini in umido.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/calamari-polpo-pesce-meeresbewohner-689385/

Riproduzione riservata © 2021 - PC

consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 22-07-2019


Risotto e cotoletta, ma non solo: ecco le 10 specialità di Milano

Non solo pizza! 10 piatti da mangiare a Napoli