Ingredienti:
• 400 g di fagioli in scatola
• 1 bottiglia di passata di pomodoro
• peperoncino q.b.
• 2 gocce di tabasco
• 80 g di bacon
• 1 spicchio d'aglio
• 1/2 cipolla bianca
• olio extravergine di oliva q.b.
• sale q.b
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 20 min

Ecco a voi la ricetta dei fagioli di Terence Hill, il piatto della celeberrima scena del film Lo chiamavano Trinità del 1970.

Il web li ha soprannominati fagioli alla Terence Hill, ma anche fagioli alla Bud Spencer o ancora più semplicemente Fagioli Trinità. Per chi non sapesse che cosa sono, si tratta di una ricetta tratta dalla scena “gastronomica” più famosa di sempre: nella pellicola Lo chiamavano Trinità di E.B. Clucher, film ambientato nel Far West, ad un certo punto Trinità, interpretato da Terence Hill, entra in una locanda e si mangia una pentola intera di fagioli, sotto gli occhi increduli di tutti i presenti.

Si narra anche che, per rendere realistica l’abbuffata, l’attore fosse stato a digiuno per ben 24 ore (altri parlano addirittura di 48 ore). Ma com’erano cucinati i fagioli del film? A sentire Trinità, non molto bene (celebre la battuta di uscita «e comunque i fagioli erano uno schifo»), ma noi per amore della pellicola abbiamo provato a indovinare la ricetta e riproporla in una versione rielaborata… e deliziosa! Siete pronti?

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

Fagioli alla Terence Hill
Fagioli alla Terence Hill

Come fare i fagioli alla messicana del film Lo chiamavano Trinità

  1. Prima di tutto, pensate ai fagioli. Se utilizzate dei fagioli in scatola, i tempi di cottura saranno molto brevi e non dovrete far altro che scolarli dal loro liquido di conservazione. Se invece scegliete dei fagioli secchi, dovrete lasciarli in ammollo e poi cuocerli con abbondante acqua per più di un’ora.
  2. A questo punto, in una casseruola larga con i doppi manici, fate soffriggere cipolla tritata e aglio in qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva.
  3. Mettete anche il bacon (potete usare pancetta affumicata o guanciale) e lasciatelo diventare croccante. Inserite dunque i fagioli e copriteli con la passata di pomodoro, poi condite con sale, pepe, peperoncino (fresco o in polvere) e qualche goccia di tabasco.
  4. Lasciate in cottura il tutto, così da far insaporire bene i vostri fagioli rossi, poi rimuovete l’aglio e servite i vostri fagioli in umido con delle fette di pane tostato o… una pagnotta di grande dimensione!

Il piatto è pronto, buon appetito! Non possiamo che lasciarvi con la celebre scena dei fagioli de Lo chiamavano Trinità:

Provate anche i fagioli borlotti al vino rosso!

Conservazione

Consigliamo di conservare i fagioli in un contenitore con apposito coperchio, in frigo e per massimo 2-3 giorni. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

2.8/5 (8 Recensioni)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 24-03-2023


Gelato alla nutella senza gelatiera (e con)

Latte vegetale: ecco come farlo in casa (di soia, di riso, di mandorle…)

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti