Fast food: allarme ftalati nei contenitori

Come fare un infuso vegan disintossicante

Brutte notizie per chi è solito consumare i propri pasti al fast food: uno studio lancia un chiaro allarme ftalati.

Allarme ftalati per i contenitori più usati per il packaging e il servizio dei principali alimenti venduti nei fast food. Uno studio del Milken Institute School of Public Health, negli Stati Uniti, pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives ha messo in luce l’alta percentuale di rischio proveniente da un contatto prolungato con gli ftalati.

Gli ftalati non sono altro che delle sostanze che servono a rendere maggiormente flessibili i materiali, e quindi le confezioni, in cui ci vengono servite le bibite, le patatine e in generale i cibi serviti nei fast food. Avete presenti, per esempio, i bicchieroni, con relativo “cappuccio” di plastica semi-rigida, dove vengono servite le bibite gassate dei fast food?

Quello è un esempio di packaging realizzato con materiali che presentano ftalati.

I rischi del contatto con gli ftalati

Gli ftalati con cui veniamo a contatto, soprattutto se attraverso i cibi, possono andare a interferire con gli ormoni; tra l’altro, da tempo si studiano le correlazioni tra il contatto con queste sostanze dannose e alcune malattie o sindromi, tra cui l’autismo, i cui casi sono sempre in aumento.

Lo studio del Milken Institute School of Public Health ha condotto un’indagine su oltre 8.000 persone che nell’arco delle ultime 24 ore avevano consumato dei pasti in un fast food. Misurando i loro livelli di DEHP e DINP, due tipi diversi di ftalati, all’interno delle urine, si è visto che erano più alti rispetto a quelli di persone che non erano venute a contatto con questo tipo di packaging nelle ultime 24 ore. Nel primo caso erano più alti del 28%, e per il secondo tipo di ftalato il livello era incrementato del 40%. L’allarme ftalati è quindi qualcosa di molto serio, a cui prestare estrema attenzione.

Queste sostanze, eliminate per legge da giocattoli e altri oggetti destinati all’infanzia, ci espongono a rischi che faremmo bene ad evitare, riducendo il più possibile il nostro contatto con questo tipo di confezioni.

Riso di plastica dalla Cina, lo scandalo alimentare incombe

Fonte foto: Pixabay

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 25-04-2016

Caterina Saracino