Ingredienti:
• 175 g di patate viola
• 125 g di farina 00
• 10 g di olio extravergine di oliva
• 1/2 bustina di lievito di birra disidratato
• acqua q.b.
• sale q.b.
difficoltà: media
persone: 2
preparazione: 100 min
cottura: 60 min

La focaccia viola è variante della tradizionale focaccia. La sua particolarità sta ovviamente nel colore dell’impasto e negli ingredienti utilizzati.

La focaccia viola è caratterizzata da una tonalità di colore semplicemente incantevole. L’ingrediente segreto in questo caso sono le patate viola che vengono prima lessate e poi aggiungete all’impasto. In più viene utilizzata anche la loro acqua di cottura, così da ottenere una colorazione ancora più intensa.

Siete pronti a scoprire una delle ricette sfiziose che potrete sfruttare anche per sostituire il pane? Certo, bisogna mettere in conto le varie cotture e il tempo di lievitazione che di solito manca nelle ricette facili e veloci, ma con un po’ di pazienza otterrete un lievitato davvero soffice e profumato!

10 ricette per tenersi in forma

Focaccia viola
Focaccia viola

Preparazione della focaccia viola

  1. Iniziate fin da subito sbucciando le patate viola, sciacquatele poi tagliatele a pezzettoni.
  2. Mettetele in una pentola con acqua fredda leggermente salata, portate sul fuoco e fate cuocere per 20 minuti circa dal bollore o comunque fino a quando le patate non saranno completamente cotte.
  3. Scolatele conservando l’acqua di cottura e schiacciatele subito con lo schiacciapatate o con una forchetta, poi fatele raffreddare.
  4. Setacciate la farina in una ciotola abbastanza capiente, aggiungete le patate ormai fredde, un pizzico di sale, l’olio di oliva e il lievito di birra.
  5. Iniziate a impastare con le mani e aggiungete un po’ alla volta, se necessario, di acqua di cottura delle patate. Impastate fino ad ottenere un panetto morbido, elastico, ma non appiccicoso.
  6. Mettete l’impasto a riposare in una ciotola coperta con un canovaccio o pellicola trasparente e fate lievitare fino al raddoppio del volume, almeno per 2-3 ore. In seguito coprite una teglia con la carta forno, stendete l’impasto e lasciate lievitare ancora per 30 minuti.
  7. Fate cuocere la focaccia in forno caldo a 180°C per 40 minuti. Se volete rendere la focaccia ancora più gustosa potete ungere la superficie con un paio di cucchiai di olio, sale grosso e rosmarino tritato prima della cottura.

La variante più light della ricetta: la focaccia al cavolo viola

In cucina non si finisce mai di sperimentare e così non possiamo non proporvi un’altra deliziosa ricetta per preparare una focaccia dal colore incantevole. Ecco come si prepara!

  • 220 g di acqua di cottura del cavolo viola,
  • 150 g di farina manitoba
  • 150 g di farina 00
  • 12 g di olio extravergine di oliva
  • 6 g di lievito di birra disidratato
  • 6 g di sale fino
  1. Pulite un bel caspo di cavolo viola e fatelo cuocere in una pentola d’acqua salata. A cottura ultimata scolate il cavolo e tenete l’acqua di cottura da parte.
  2. Preparate l’impasto: versate le farine in una ciotola, aggiungete se necessario parte dell’acqua di cottura del cavolo, l’olio, il sale e il lievito di birra. Impastate energicamente e fate lievitare l’impasto coperto per 3 ore.
  3. Stendete l’impasto lievitato in una teglia unta o coperta con carta forno e fate lievitare ancora per un’ora. Ungete la superficie con un filo d’olio e fate cuocere in forno a 180°C per 35-40 minuti circa.

Conservazione

La focaccia così preparata può essere conservata per 2-3 giorni all’interno del sacchetto di carta del pane o avvolta in un canovaccio pulito.

Vi piace impastare? Provate anche la focaccia genovese!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 17-08-2022


Tagliatelle con ragù di fagiano: che buono questo primo piatto!

Caldo e afa non danno tregua? La soluzione è la granita al melone