Con la frittata di pasta, che vi aiuterà a smaltire gli avanzi del giorno prima, il sapore napoletano in tavola è servito.

Volete “riciclare” la pasta avanzata creando con semplicità un pranzo o una cena veloce ma gustosa? La frittata di pasta è l’ideale!

Conosciuta anche come la frittata di maccheroni, da stuzzicare fredda ma anche tiepida, è il tipico piatto originario della cucina partenopea che ci accompagna nelle gite fuori porta. E’ un piatto molto appetitoso che aiuta a riutilizzare gli avanzi di pasta di qualsiasi formato e condimento avanzati il giorno prima. Si può preparare da zero e ricorda la pasta al forno.

Con il termine “maccheroni” i napoletani identificavano la pasta lunga e  veniva mangiata dal popolo direttamente con le mani vicino ai banchetti dei “maccheronari“, che cuocevano questo pasto in enormi pentoloni e lo servivano con formaggio grattugiato e pepe.

Con il passar del tempo poi si è giunti alla famosa frittata di pasta che deriva dalla saggezza popolare che “in tavola non si butta via niente” e quindi aggiungendo uova, formaggi e pepe è nato un piatto degli avanzi buonissimo.

DIFFICOLTA’: 1

TEMPO di PREPARAZIONE: 10′

COTTURA: 15′

INGREDIENTI: *4 PERSONE*

  • 400 gr di spaghetti
  • 4 uova
  • Parmigiano ( tre cucchiai)
  • Burro
  • Olio di oliva qb
  • Sale
  • Pepe
  • 20 foglie di basilico
  • Prezzemolo

PREPARAZIONE:

Per preparare la vostra frittata di pasta al profumo di basilico e prezzemolo prendete una ciotola ampia, sbattete le uova energicamente, salate, pepate e aggiungete il formaggio grattugiato continuando a mescolare. Prendete una pentola di acqua salata portatela ad ebollizione e fate cuocere gli spaghetti. Una volta cotti, uniteli all’uovo e aggiungete il burro e il basilico mescolando il tutto. A questo punto prendete una padella antiaderente, aggiungete un filo d’olio e versate il composto di pasta facendo cuocere il tutto a fuoco lento. Fate in modo che si formi una leggera crosticina sul lato inferiore dopodichè giratela con l’aiuto di un coperchio o piatto e completate la cottura fino a che anche dall’altro lato si formi la crosticina.

Se avete dubbi sulla cottura, infilate uno stecchino nell’impasto: se lo stecchino risulterà pulito, allora la vostra frittata di pasta avanzata sarà cotta.

Prima di servire la vostra frittata di al profumo di basilico e prezzemolo, decorate il piatto con piccoli ciuffi di prezzemolo.

La vostra frittata di pasta al profumo di basilico e prezzemolo è pronta per essere gustata.

BUON APPETITO!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 04-08-2015


Pappardelle al bacon e verdure con scaglie di parmigiano

Bastoncino di tonno croccante marinato agli agrumi e splash di avocado