Con la frittata di pasta, che vi aiuterà a smaltire gli avanzi del giorno prima, il sapore napoletano in tavola è servito.

Volete “riciclare” la pasta avanzata creando con semplicità un pranzo o una cena veloce ma gustosa? La frittata di pasta è l’ideale!

Conosciuta anche come la frittata di maccheroni, da stuzzicare fredda ma anche tiepida, è il tipico piatto originario della cucina partenopea che ci accompagna nelle gite fuori porta. E’ un piatto molto appetitoso che aiuta a riutilizzare gli avanzi di pasta di qualsiasi formato e condimento avanzati il giorno prima. Si può preparare da zero e ricorda la pasta al forno.

Con il termine “maccheroni” i napoletani identificavano la pasta lunga e  veniva mangiata dal popolo direttamente con le mani vicino ai banchetti dei “maccheronari“, che cuocevano questo pasto in enormi pentoloni e lo servivano con formaggio grattugiato e pepe.

Con il passar del tempo poi si è giunti alla famosa frittata di pasta che deriva dalla saggezza popolare che “in tavola non si butta via niente” e quindi aggiungendo uova, formaggi e pepe è nato un piatto degli avanzi buonissimo.

DIFFICOLTA’: 1

TEMPO di PREPARAZIONE: 10′

COTTURA: 15′

INGREDIENTI: *4 PERSONE*

  • 400 gr di spaghetti
  • 4 uova
  • Parmigiano ( tre cucchiai)
  • Burro
  • Olio di oliva qb
  • Sale
  • Pepe
  • 20 foglie di basilico
  • Prezzemolo

PREPARAZIONE:

Per preparare la vostra frittata di pasta al profumo di basilico e prezzemolo prendete una ciotola ampia, sbattete le uova energicamente, salate, pepate e aggiungete il formaggio grattugiato continuando a mescolare. Prendete una pentola di acqua salata portatela ad ebollizione e fate cuocere gli spaghetti. Una volta cotti, uniteli all’uovo e aggiungete il burro e il basilico mescolando il tutto. A questo punto prendete una padella antiaderente, aggiungete un filo d’olio e versate il composto di pasta facendo cuocere il tutto a fuoco lento. Fate in modo che si formi una leggera crosticina sul lato inferiore dopodichè giratela con l’aiuto di un coperchio o piatto e completate la cottura fino a che anche dall’altro lato si formi la crosticina.

Se avete dubbi sulla cottura, infilate uno stecchino nell’impasto: se lo stecchino risulterà pulito, allora la vostra frittata di pasta avanzata sarà cotta.

Prima di servire la vostra frittata di al profumo di basilico e prezzemolo, decorate il piatto con piccoli ciuffi di prezzemolo.

La vostra frittata di pasta al profumo di basilico e prezzemolo è pronta per essere gustata.

BUON APPETITO!

0/5 (0 Reviews)

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Pappardelle al bacon e verdure con scaglie di parmigiano

Bastoncino di tonno croccante marinato agli agrumi e splash di avocado