I garganelli raffinati saranno vestiti riccamente da questo sugo saporito e aromatico.

I garganelli raffinati sono una pasta all’uovo di formato simile alle penne, che si ottengono avvolgendo delle losanghe di pasta e passandoli poi sull’apposito strumento, una sorta di telaio, per rigarli. Grazie alla sovrapposizione dei lembi hanno un aspetto e una consistenza diversa dalle penne rigate. Sono un prodotto tipico della regione Emilia-Romagna e quindi insigniti del marchio P.A.T. Si dice siano nati dall’errore di una cuoca, che si trovò con dell’impasto in eccesso mentre creava i tortellini. Inizialmente venivano serviti in brodo, ma ora sono molto più noti gli abbinamenti con ragù, piselli, zucchine solo per citarne alcuni.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 30′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

INGREDIENTI GARGANELLI RAFFINATI NOCI, SPECK E ZAFFERANO per 4 persone

  • 360 g di garganelli
  • 250 g di cipolle dorate
  • 1 bustina di zafferano
  • 40 g di speck a dadini
  • 20 g di noci
  • 1 bicchierino di brandy
  • 2 cucchiai di olio evo
  • pepe e sale q.b.

PREPARAZIONE GARGANELLI RAFFINATI NOCI, SPECK E ZAFFERANO

I garganelli raffinati con noci, speck e zafferano si preparano con semplicità. Scaldate una padella ampia e mettetevi i dadini di speck, senza alcun condimento. Lasciateli andare per un po’ sino a quando avranno fatto una bella crosticina. Togliete i dadini dalla padella e teneteli da parte. Nella stessa padella preparate un fondo di olio extra vergine d’oliva e cipolla tritata fine, lasciate soffriggere a fuoco dolce.

Mettete sul fuoco la pentola con l’acqua per la pasta. Intanto fate sciogliere lo zafferano in una tazzina con poca acqua calda.

Quando i garganelli saranno cotti al dente scolateli e trasferiteli  nella padella con la salsa di cipolle, alla quale avrete unito i dadini precedentemente resi croccanti speck. Spegnete il fuoco e versate l’acqua gialla intensa e profumata di zafferano, girate ancora fino a quando non vedrete i garganelli raffinati di un giallo uniforme. Unite le noci spezzettate e servite.

Se desiderate provare un’altra ricetta che uilizza lo zafferano, provate la “Focaccia con zafferano e uvetta“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 26-02-2017


Wurstel e patate

Pasta al forno con ricotta e salsiccia