Ingredienti:
• 400 g di patate viola
• 250 g di farina 00
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 25 min
cottura: 25 min

Gli gnocchi vegani di patate viola sono belli, colorati e deliziosi, perfetti per stupire i vostri ospiti a cena.

Voglia di gnocchi? Allora dovete provare assolutamente questa nostra fantastica versione: gnocchi vegani di patate viola! Questi gnocchetti sono veloci e facili da fare, ma sopratutto sono adatti a chi segue una dieta vegana. E per di più, l’uso delle patate viola li renderà bellissimi alla vista! Provate anche voi a stupire i vostri ospiti con questo primo piatto colorato!

10 ricette per tenersi in forma

Gnocchi vegani di patate viola
Gnocchi vegani di patate viola

Come fare gli gnocchi fatti in casa di patate viola

  1. Per prima cosa, fate bollire le patate in acqua salata, incidendo la buccia con un coltello così da rimuoverla velocemente una volta che saranno cotte.
  2. Lasciatele cuocere per circa 15-20 minuti, e quando saranno pronte, pelatele completamente.
  3. Mettete le patate in una ciotola capiente e schiacciatele con una forchetta.
  4. Aggiungete la farina e il sale e impastate velocemente fino a quando non avrete ottenuto un impasto sodo.
  5. Trasferitevi sul vostro piano di lavoro infarinato e date all’impasto la forma di un salsicciotto. Tagliate gli gnocchi con il coltello della dimensione che preferite, e se ce l’avete, utilizzate un tagliere per rigare i gnocchi. In alternativa, potete anche utilizzare una forchetta.
  6. Lasciate gli gnocchi in una teglia e cospargeteli di farina, così che non si attacchino l’uno all’altro.
  7. Cuocete in acqua bollente salata per pochi minuti, fino a quando gli gnocchi viola non saranno venuti a galla.

Come condire gli gnocchi di patate viola

Ora che avete preparato questi deliziosi gnocchi vegani, dovete solo pensare a come condirli. Un modo tradizionale è quello di servirli con una salsa classica al pomodoro, cuocendo la passata con la cipolla, l’olio extravergine e il basilico oppure con un giro d’olio e qualche foglia di salvia.

Se invece volete risaltare il colore del piatto, potete anche mantecarli in padella con olio extravergine, qualche fogliolina di salvia e servirli con un trito di mandorle tostate, che darà al piatto gusto e croccantezza. Insomma, sbizzarritevi e date sfogo alla vostra fantasia: questi gnocchi saranno buonissimi in ogni loro variante!

Conservazione

Consigliamo di consumare al momento gli gnocchi appena fatti e cotti a puntino. Da crudi potete congelarli in freezer ben distanziati, poi porzionarli e riporli in congelatore divisi in piccoli sacchettini.

Leggi anche: Mettiamo le mani in pasta! Ecco come fare gli gnocchi di patate

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Cucina vegana

ultimo aggiornamento: 22-02-2018


Passato di sedano rapa con crumble di nocciola, anche con il Bimby

Cappon magro: il trionfo di pesce della tradizione ligure