I migliori consigli della nonna per rinforzare le ossa senza latte

Come rinforzare le ossa senza latte ricorrendo a prodotti alternativi vegetali e animali.

chiudi

Caricamento Player...

Le ossa hanno bisogno tutti i giorni di una specifica alimentazione per essere rinforzate. Il latte è uno di quegli alimenti che si beve sin da piccoli per dare sostentamento all’intero organismo. Purtroppo, però, non tutti possono bere il latte o mangiarne i derivati a causa di allergie e intolleranze. Oggi sul mercato è possibile trovare moltissimi prodotti senza lattosio per ovviare a questo problema. Se, invece, si desidera sostituire del tutto i latticini, vediamo come rinforzare le ossa senza latte con altri alimenti.

RINFORZARE LE OSSA SENZA LATTE
RINFORZARE LE OSSA SENZA LATTE

Rinforzare le ossa senza latte è possibile grazie ad alimenti ricchi di fosforo, magnesio e vitamina D.

Tra gli alimenti più conosciuti dalle nonne per rinforzare le ossa ci sono le mandorle. Si tratta di un particolare tipo di frutta secca molto ricco di calorie e grassi amici delle ossa e del cervello. La dose consigliata è di sei mandorle al giorno che possono arrivare fino a dodici o quindici negli sportivi. Il motivo per cui sono tra i migliori alleati delle ossa è dovuto alla presenza di due minerali come il fosforo e magnesio. Se si desidera sostituire il latte vaccino si può, dunque, optare per quello vegetale di mandorla. Il sapore è decisamente più dolce ed è perfetto per gli intolleranti al lattosio.

Anche le noci rappresentano un ottimo rimedio per rafforzare le ossa oltre che migliorare le prestazioni del cervello. Le noci sono, infatti, ricche di calcio, minerali e vitamine come lo zinco, il ferro e il magnesio. Le uova, inoltre, sono ricche di proteine e vitamine e permettono, quindi, di contribuire al buon funzionamento delle ossa. La parte da cui si trae maggiore energia è quella bianca, ovvero l’albume. In un tuorlo d’uovo sono presenti ben otto vitamine, tra cui la B, la D e la E.