Le nacatole dalla tradizione carnevalesca calabrese

Le nacatole sono un dolce benaugurale che arriva dalla antica tradizione calabrese.

chiudi

Caricamento Player...

Consumate le nacatole a fine pasto accompagnate dai vini liquorosi locali o per i bimbi a colazione con il latte, saranno squisite.

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 30′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 120′

INGREDIENTI NACATOLE CALABRESI per 4 persone

  • 1 kg di farina
  • 5 uova intere
  • 100 g di zucchero
  • 25 g di lievito di birra
  • 1/2 bicchiere d’ olio
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • scorza grattugiata di un limone
  • latte
  • olio di semi per friggere
  • sale q.b.

PREPARAZIONE NACATOLE CALABRESI

Sciogliete bene il lievito in mezzo bicchiere di acqua calda con un cucchiaino di zucchero. Quando inizia a fare un po’ di schiuma aggiungetelo a 250 g di farina disposta a fontana, impastate bene e preparate un panetto. Ponetelo ben coperto in luogo caldo fino al suo raddoppio, circa 30 min.

Sulla spianatoia mettete la restante farina a fontana e nel centro ponete nell’ordine: lo zucchero, le uova, l’olio, il vino, 1 pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone. Mescolate il tutto bene, aggiungete il panetto lievitato e lavorate l’impasto con le mani fino a che non sarà ben assorbito.

A questo punto occorre olio di gomito perché bisogna lavorarlo per un bel po’, se è necessario con l’aiuto di un goccio di latte, fino a che la pasta non risulti ben levigata e morbida.

Fate riposare per qualche minuto. Riprendete la pasta e staccate dei pezzettini, lavorateli ancora per un po’ e poi formate dei filoncini non molto lunghi e non troppo spessi; richiudete le estremità formando una ciambellina. Ponete tutte le ciambelle su di un canovaccio, copritele bene e fatele lievitare in luogo caldo finché non saranno belle gonfie.

A questo punto friggetele in abbondante olio bollente, facendole dorare da entrambi i lati.
Scolatele su carta assorbente e poi passatele subito nello zucchero semolato. Calde e fumanti sono divine.

A carnevale non si scappa dal fritto. Ecco una carrellata di dolci: “Dolci fritti di Carnevale: 5 ricette per un menù di baldoria“.