Ingredienti:
• 1 coratella di agnello (cuore fegato polmone budella)
• 10 foglie di lattuga o scarola
• 1 mazzetto di prezzemolo
• 1 mazzetto di maggiorana
• 2 spicchi di aglio
• 1 cipolla fresca
• 1 bicchiere di vino bianco
• 1 bicchiere di aceto
• olio evo q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 30 min

Se cercate delle ricette facili e veloci per pasqua provate le mazzarelle teramane, degli involtini di lattuga farciti con coratella di agnello.

Le mazzarelle rappresentano una di quelle di ricette che proprio non possono mancare sulla tavola delle famiglie Abruzzesi. Molti tendono a considerarle un secondo piatto ma la tradizione vuole che vengano servite come primo per preparare lo stomaco alle successive ricette con l’agnello.

Le mazzarelle d’agnello sono una sorta di involtino di foglie di lattuga o scarola al cui interno si trova della coratella. Il tutto viene tenuto chiuso dall’intestino arrotolato dello stesso animale. Questo piatto tipico della Pasqua abruzzese viene solitamente servito in purezza ma c’è anche chi preferisce cuocerlo in umido. Noi vi proponiamo la ricetta tradizionale.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

mazzarelle
mazzarelle

Come preparare la ricetta delle mazzarelle

  1. Per prima cosa tagliate per il lungo l’intestino e sciacquatelo sotto acqua corrente. Quando sarà bianco mettetelo in ammollo in una ciotola con acqua e aceto leggermente salata.
  2. Nel frattempo dedicatevi alla coratella di agnello. Tagliatela a listarelle, sciacquate per bene e tamponate con della carta da cucina.
  3. Trasferitela in una ciotola insieme a un trito di erbe aromatiche, aglio e cipolla. Insaporite con sale e pepe e lasciate riposare in frigorifero per un paio di ore.
  4. Adagiate poi sul tagliere le foglie di lattuga o scarola, mettete al centro un cucchiaio di coratella e arrotolate. Sigillate bene il tutto facendo più giri di intestino attorno all’involtino e richiudete le due estremità con un nodo.
  5. Sbollentate in acqua bollente salata per 15 minuti.
  6. Scolatele poi per bene e ripassatele in padella con un filo di olio. Sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere fino a che non risulteranno uniformemente dorate. Servitele ben calde.

Per una Pasqua all’insegna della cucina abruzzese provate anche il mitico fiadone.

Conservazione

La mazzarella si conserva in frigorifero per un paio di giorni. In alternativa potete congelarla subito dopo la bollitura e ripassarla in padella con l’olio quando deciderete di portarla in tavola.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 03-05-2022


Filetti di pesce spatola impanati al forno: da leccarsi i baffi

Cous cous di verdure: prepariamolo insieme!