Come cucinare la pasta con le sarde: la ricetta originale siciliana!

Ingredienti:
• 320 g di spaghetti
• 500 g di sarde fresche
• 4 acciughe
• 1 cipolla bianca grossa
• 1 bustina di zafferano
• 200 g di finocchietto selvatico
• 30 g di granella di mandorle
• 30 g di pinoli
• 30 g di uvetta
• pangrattato q.b.
• olio di oliva q.v.
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: media
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 210

La pasta con le sarde alla palermitana è un piatto da favola, perfetto da preparare per un pranzo o una cena e stupire tutti i vostri ospiti.

Oggi andiamo alla scoperta di una ricetta favolosa, una vera e propria istituzione in Sicilia: la pasta con le sarde. Semplice, gustosa e profumata, questo primo piatto tradizionale è oramai conosciuto in tutta Italia

Come tutte le ricette della tradizione, può capitare che cambi non solo spostandosi di città in città, ma anche di via in via: pensate che c’è chi mette lo zafferano, chi il concentrato di pomodoro e chi ancora usa solo un certo tipo di pasta. Ma su una cosa non di discute: le sarde vanno a braccetto con il finocchietto, altro grande protagonista del piatto.

Oggi, senza stare a discutere su tutte le versioni esistenti, proveremo a realizzare la ricetta autentica di questa pasta golosissima. Noi abbiamo deciso di preparare degli spaghetti con le sarde, perché per questo tipo di sugo la pasta lunga è particolarmente indicata, ma se volete potete anche provare con altri tipi di pasta.

Che dite, cominciamo?

Pasta con le sarde
Pasta con le sarde

Come fare la pasta con le sarde: ricetta classica

Cominciate pulendo bene le sarde: apritele a libro dopo aver staccato la testa e rimuovete la lisca, poi passatele sotto acqua corrente per pulirle a fondo. Una volta fatto mettetele da parte.

Ora mettete a mollo l’uvetta e nel frattempo, in una pentola capiente, cuocete la cipolla con le acciughe e un filo di olio finché non le acciughine non saranno completamente sciolte. Intanto fate sciogliere lo zafferano in un pochino di acqua e aggiungetelo al resto degli ingredienti.

È il momento delle sarde e dell’uvetta. Girate bene il tutto, poi aggiungete anche mandorle e pinoli e lasciate per 5 minuti a fiamma medio bassa.

Intanto fate bollire il finocchietto in una pentola colma d’acqua per circa due minuti, poi scolatelo e lasciatelo da parte. Una volta che sarà raffreddatosi, strizzatelo e tagliatelo finemente, poi aggiungetelo al sugo in cottura, salando quanto serve (assaggiate!) e mettendo anche una bella grattata di pepe nero.

Calate la pasta nell’acqua dove avete sbollentato il finocchietto e poi, quando sarà quasi cotta, terminatela nella pentola del sugo con un mestolino di acqua di cottura.

A parte, tostate il pangrattato, e una volta che la pasta sarà pronta terminate il piatto con una bella spolverata.

La vostra pasta con le sarde fresche è pronta: buon appetito!

Provate anche le sarde in saor!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 04-03-2019

X