Come pulire i bicchieri alonati? I segreti per renderli brillanti in pochi e semplici passaggi e perché diventano opachi in lavastoviglie.

Avere dei bicchieri puliti e brillanti non è semplice come si possa pensare. Anche la nostra amata lavastoviglie certe volte ci rema contro restituendoci un carico non troppo lucente, con macchie e bicchieri con gli aloni. Sono proprio questi ultimi infatti i più difficili da gestire e basta una mossa sbagliata per comprometterne definitivamente la qualità. Ma a cosa sono dovuti gli aloni?

9 ricette autunnali per la tua tavola

Controllare aloni sui bicchieri
Controllare aloni sui bicchieri

Perché si formano gli aloni?

Gli aloni si possono formare su diverse stoviglie ma senza dubbio quelle su cui danno più fastidio sono proprio i bicchieri. Chiedersi perché si formano gli aloni è il primo passo per evitarlo. Gli aloni sui bicchieri però possono essere causati da diversi fattori: acqua, detersivo, brillantante ma anche qualità dei bicchieri.

Andiamo quindi con ordine. Per essere certi che i bicchieri escano ben puliti dalla lavastoviglie, assicuratevi al momento dell’acquisto che siano adatti a essere lavati in questo modo. Alcuni bicchieri infatti, seppur in vetro, contengono una parte di plastica che, se sottoposta ad alte temperature, rende opachi i bicchieri in maniera irreversibile.

Anche la durezza dell’acqua influisce sulla pulizia delle stoviglie. Per questo è sempre opportuno utilizzare il sale per lavastoviglie e regolare in modo corretto l’addolcitore. Le istruzioni del vostro elettrodomestico vi diranno come fare.

Un altro parametro che può influire sul risultato finale del vostro carico è l’uso scorretto di detersivi e brillantante. Quest’ultimo soprattutto, se utilizzato in quantità eccessive, va a creare una patina sulla stoviglie che ne impedisce una pulizia profonda.

Rimanendo sulle problematiche legate agli aloni con la lavastoviglie, una piccola accortezza che potrebbe evitarne la formazione è aprirla subito al termine del ciclo di lavaggio così da permettere al vapore di fuoriuscire. Viceversa infatti, ricadrebbe sulle stoviglie lasciando poi delle macchie ad asciugatura ultimata.

Gli aloni sui bicchieri possono formarsi anche dopo il lavaggio a mano. In questo caso, con tutta probabilità, sono causati da un’eccessiva durezza dell’acqua o da un’asciugatura approssimativa.

Come togliere gli aloni sui bicchieri in lavastoviglie

Dopo aver letto le cause della formazione degli aloni è facile capire anche come evitare che questo avvenga. Regolate opportunamente l’addolcitore, aggiungete il sale in quantità sufficiente e non esagerate con i prodotti per la pulizia.

Potete aggiungere poi alla vaschetta di detersivo dei cristalli di acido citrico, un disincrostante naturale perfetto per rendere le vostre stoviglie lucide e brillanti. Anche l’aceto è ottimo in questo senso e può essere versato direttamente nella vaschetta del brillantante.

Insomma, dopo i primi tentativi scoprirete che non è poi così difficile ottenere dei bicchieri e delle stoviglie senza aloni!

Come pulire i bicchieri resi opachi dalla lavastoviglie a mano

Un carico sbagliato vi ha restituito bicchieri pieni di macchie e non avete tempo di rifare tutto, con il rischio che comunque non vadano via? Allora meglio optare per i trucchi della nonna. Ci sono infatti moltissimi modi per togliere gli aloni a mano utilizzando dei prodotti che con tutta probabilità sono già presenti nelle vostre case.

Il primo modo è anche il più semplice e consiste nel mettere i bicchieri a bagno in una ciotola con acqua calda e aceto. La proporzione è di circa 1 tazzina di aceto per litro di acqua. Una volta fatto questo, sciacquateli per bene e asciugateli con un panno pulito. Se le macchie non sono particolarmente brutte, anche strofinare i bicchieri con un panno imbevuto di aceto potrebbe rimuoverle.

Un altro modo per rimuovere gli aloni dai bicchieri è utilizzare il bicarbonato. Mettetene un cucchiaino su una spugna umida e fregate delicatamente. Il suo potere abrasivo renderà i vostri bicchieri lucenti e puliti in pochissimo tempo. Basterà sciacquarli bene sotto acqua calda e il gioco è fatto.

Ora vogliamo condividere con voi l’ultimo trucco. Anche se è difficile, potrebbe capitare di rimanere senza aceto (o senza bicarbonato). Sicuramente però non rimarrete senza dentifricio! Allora mettetene un poco su un vecchio spazzolino e sfregate sulle macchie: visto come gli aloni se ne vanno?

Ancora avete qualche dubbio su come utilizzare questo elettrodomestico? Leggete correte a scoprire cosa si può lavare in lavastoviglie (e cosa no).

ultimo aggiornamento: 30-09-2021


Omega 3 e 6: scopriamo cosa sono (e perché sono importanti)

Farina di canapa: cos’è, da dove si ricava e come si utilizza