Primo piatto facile e buonissimo: gnocchi con radicchio e speck

Un primo piatto saporito e veloce da preparare: gli gnocchi radicchio e speck, perfetti da servire per un pranzo in famiglia.

chiudi

Caricamento Player...

Gli gnocchi radicchio e speck sono un primo piatto molto rustico e facile da preparare, soprattutto se utilizzate gli gnocchi di patate già pronti. Il condimento a base di radicchio, speck e noci è perfetto da abbinare agli gnocchi di patate, dal sapore più delicato.

Se preferite i gusti più decisi vi consiglio di provare anche gli gnocchi radicchio e gorgonzola. Potete seguire la ricetta seguente aggiungendo però al condimento dei cubetti di gorgonzola che sciogliendosi creeranno una deliziosa salsina. Ecco la ricetta!

Ingredienti per preparare gli gnocchi radicchio e speck (per 4 persone)

  • 360 gr di gnocchi di patate già pronti
  • 400 gr di radicchio
  • 1 scalogno
  • 150 gr di speck
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • gherigli di noce q.b.

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 20′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′

Gnocchi radicchio e speck
Gnocchi con radicchio e speck

Preparazione degli gnocchi radicchio e speck

Per preparare gli gnocchi radicchio e speck iniziate dalla preparazione del condimento: fate rosolare lo scalogno in padella con l’olio di oliva per una decina di minuti poi unite anche lo speck, lasciate insaporire per un paio di minuti poi unitevi anche il radicchio lavato e tagliato a listarelle.

Mescolate e lasciate cuocere il radicchio con lo speck per 5 minuti. Nel frattempo tritate grossolanamente i gherigli di noci e lessate gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata.

Scolate gli gnocchi e versateli direttamente in padella con il condimento. Fate saltare gli gnocchi per qualche istante e servite gli gnocchi con speck e radicchio ben caldi. Terminate decorando con i gherigli di noci tritati e con una spolverata di pepe nero se di vostro gradimento, buon appetito!

In alternativa, vi consiglio di provare gli gnocchi al cacao con gorgonzola, pere e noci.

FONTE FOTO: Elisa Melandri

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!