Come fare il pandoro?

Per fare il pandoro servono due cose: lo stampo a stella e…il tempo. Vediamo insieme la ricetta facile del dolce di Natale tipico di Verona.

Iniziamo a dirvelo: la ricetta del pandoro non è affatto facile. La nostra versione è il più semplice possibile: senza poolish e senza pre-impastare. È una ricetta alla portata di tutti, ma tenete conto che vi servirà molto tempo: iniziate a prepararlo almeno il giorno prima rispetto a quando volete gustarlo ci vorranno più di 16 ore!).

Farina, uova, zucchero, burro, latte, lievito di birra: gli ingredienti del pandoro sono quelli di una semplice torta, ma il risultato è molto diverso (e buonissimo). Ricordatevi solo che oltre al tempo vi servirà l’apposito stampo a stella. Vediamo insieme come farlo!

Ingredienti per la ricetta del pandoro (per 6 persone)

  • 500 g farina 00
  • 4 uova
  • 20 g lievito di birra
  • 150 g zucchero
  • 175 g burro a temperatura ambiente
  • 100 ml latte
  • 1 pizzico sale

DIFFICOLTA‘: 3 | TEMPOI DI COTTURA: 65′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 1 h + riposo

Pandoro
Fonte foto: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Cannele_(12559).jpg

Preparazione del pandoro fatto in casa

Come fare il cosiddetto ‘lievitino’

Fate sciogliere un quarto di lievito nel latte tiepido (prelevatene solo tre cucchiai, che utilizzeremo dopo). Aggiungete un cucchiaio di zucchero, un tuorlo e 50 grammi di farina, mescolando fino a ottenere un composto omogeneo.
Coprite con la pellicola da cucina e lasciate lievitare per un’oretta in un luogo caldo (deve raddoppiare in volume).

Come fare l’impasto vero e proprio

Trascorso il tempo necessario, unite all’impasto il resto del latte, il resto del lievito, un uovo e metà dello zucchero e mescolate. A questo punto, unite 200 g di farina e impastate energicamente.
Unite 50 g di burro e tutta la farina rimanente. Lasciate lievitare per un’altra ora, coperto e in luogo caldo (30° C).

Al raddoppio di volume, aggiungete anche le uova e il pizzico di sale. Lasciate lievitare per altre 2 ore.

Lasciate per altre 10 ore a lievitare, ma questa volta in frigorifero.

Come lavorare l’impasto

A questo punto, la lavorazione è molto simile a quella della pasta sfoglia. Disponete la pasta sul piano di lavoro e al centro ponete il burro morbido; copritelo tirando su i 4 angoli dell’impasto. Con un mattarello, spianatelo formando un rettangolo ma senza fare fuoriuscire il burro. Piegate il rettangolo in 3: il panetto che otterrete va coperto con della pellicola e riposto in frigo per 20 minuti.

Stendete un rettangolo e ripiegatelo su se stesso per altre tre volte (lasciandolo sempre in frigo per 20 minuti tra un passaggio e l’altro).

Formate una palla e ponetela nell’apposito stampo a stella. Lasciatelo coperto a lievitare per un paio di ore (minimo): deve crescere abbastanza per fuoriuscire dallo stampo.

Lievitazione del pandoro
Fonte foto: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Gonfia_il_pandoro_(5281572794).jpg

Come cuocere il pandoro

A questo punto potete infornare, ma anche qui non è semplicissimo.

Ponete lo stampo con l’impasto all’interno di una bacinella con dell’acqua; infornate a 180°C per 15 minuti (forno statico), poi abbassate la temperatura a 160°C per altri 50 minuti, ma mi raccomando non aprite il forno!

Una volta cotto, lasciatelo raffreddare completamente e cospargete di zucchero a velo prima di gustare. È un lavorone, ma dà una soddisfazione unica!

E se ne avanza…usatelo come base per il tiramisù con pandoro!

Buon appetito!

Fonte foto in copertina: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Cannele_(12559).jpg

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 12-10-2018

X