Il rognone al gin è un piatto raffinato e nutriente che piacerà agli intenditori e che si porta velocemente in tavola.

Il rognone al gin è un’interessante variazione sul tema per presentare questa parte dell’animale non conosciuta da tutti. Spesso il “quinto quarto” viene ignorato o visto con perplessità da chi non è abituato a mangiarlo. Il nome indica l’insieme di tutte le frattaglie commestibili: cuore, trippa, fegato, coratella, rognoni, cervella. Sono pietanze spesso molto economiche, dal sapore talvolta deciso altre delicato, che fanno letteralmente impazzire gli estimatori del genere.

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 15′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 5′

INGREDIENTI ROGNONE AL GIN per 4 persone

  • 650 g di rognone pulito
  • 500 g di cimette di broccoli lessate
  • 60 g di burro chiarificato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • farina bianca
  • 1 tazza di brodo
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco
  • 1 bicchierino di gin
  • 15 bacche di ginepro
  • sale q.b.

10 ricette per tenersi in forma

rognone al gin

PREPARAZIONE ROGNONE AL GIN

Lavate il rognone in acqua corretta con l’aceto, asciugatelo bene e poi tagliatelo a fettine. Passatele nella farina, in un piatto fondo.

Mettete circa 30 g di burro in una padella e fate sciogliere a fuoco basso. Quando inizierà a spumeggiare, aggiungete i pezzetti di rognone e fateli rosolare a fiamma viva per 5 minuti. Aggiungete il sale. A fine cottura, sgocciolateli e teneteli in caldo.

Nello stesso fondo di cottura del rognone, aggiungete il gin e fate evaporare a fiamma alta. Aggiungete 7 bacche di ginepro schiacciate, il brodo e lasciate ridurre. In un altra padella mettete un filo di olio e fate rosolare i broccoletti.

Filtrate la salsa al gin, poi rimettetela in padella. Accorpare il burro che rimane, tagliato a pezzetti, e le altre bacche di ginepro, mescolando a fuoco basso.

Scaldate un piatto da portata, mettetevi su il rognone e poi copritelo con la salsa ancora calda. Aggiungete i broccoletti come guarnizione e servite immediatamente.

Se siete degli amanti del quinto quarto di sicuro amerete la trippa leggera e saporita provatela in questa classica ricetta: “Ricetta salva spesa: Trippa alla fiorentina“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-04-2017


Farfalle asparagi e mazzancolle primo piatto delicato

Gnocchi di patate fritti… uno tira l’altro!