Un pranzo completo da preparare con poca spesa e in poco tempo: roti con uova e tacchino.

I roti con uova e tacchino costituiscono un piatto nutriente e completo, e che vede alla sua base il roti, ovvero un pane sottile di origini indiane.

Il roti è molto simile alle nostre amate piadine, ma la differenza è che non è preparato con dello strutto ma solo con olio extra vergine di oliva. L’impasto è costituito solo da farina, acqua, olio e sale, e poi può essere farcito come si vuole; noi ve lo proponiamo arrotolato e riempito con fettine di tacchino, uova sode, rucola, carote e – se volete renderli ancora più gustosi – un po’ di maionese. Andranno quindi bene come piatto unico oppure per una cena tra amici, guardando un film.

COSTO: basso

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 15′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30′

INGREDIENTI: *4 persone*

  • 300 gr di farina 00
  • 2 uova
  • fette di fesa di tacchino (salume)
  • 1 mazzetto di rucola
  • 2 carotine
  • maionese a piacere
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

PREPARAZIONE:

Per preparare i vostri roti con uova e tacchino, iniziate dai roti. In una ciotola, versate la farina 00 e mescolatela ad un pizzico di sale. Unite qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva e quanto basta di acqua tiepida, e poi lavorate l’impasto per una decina di minuti circa. Ricavate dall’impasto quattro panetti di uguale peso.

Coprite i panetti con un canovaccio e lasciateli riposare per una mezz’ora.

Nel frattempo che l’impasto dei roti riposa, fate bollire le uova per circa 8 minuti, dopodiché privatele del guscio e tagliatele a fettine, aggiungendo un pizzico di sale.

Stendete con un mattarello i panetti, creando delle sfoglie molto sottili, e poi cuocetele in una padella antiaderente senza aggiungere grassi, e voltandole a metà cottura.

Farcite i roti con le fettine di fesa di tacchino, le uova, la rucola, carote tagliate a fiammiferi e quanto basta di maionese.

Servite i vostri roti con uova e tacchino, magari dopo averne avvolto la base con della carta stagnola per non far fuoriuscire la farcitura.

Un’altra ricetta indiana: papadum

BUON APPETITO!

Fonte foto: By Laig (Own work) under CC BY 3.0, via Wikimedia Commons/modified from original

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 23-12-2015


Mini burger con gamberetti e pomodorini

Bavette piccanti ai fasolari