Chi ha detto che le grigliate si possono fare solo d’estate all’aperto? Rowenta risponde a questa domanda con Optigrill, la prima griglia intelligente.

Rowenta Oprigrill permette di realizzare facilmente in casa deliziose grigliate, con risultati di cottura perfetti.

L’innovativa tecnologia di Optigrill consente di monitorare la cottura degli alimenti attraverso un sensore LED che segnala esternamente, attraverso una gamma di colori, lo stato di cottura all’interno. Si va da “al sangue” fino a “ben cotto”, passando per la cottura intermedia.

Non solo: Optigrill terrà anche conto dello spessore del cibo, per avvicinare il più possibile il risultato al concetto di ‘’grigliata perfetta’’.

Grazie ai 6 programmi di cottura è possibile preparare alla perfezione una grande quantità di alimenti, sia in maniera automatica che manuale: carne rossa, carne bianca, pane, pesce, sandwich, salsicce, ma anche formaggio, verdura, frutta e tanto altro ancora. Basta liberare la fantasia per creare ogni giorno gustose ricette per gli amici, per la famiglia ma anche per sè.

Optigrill di Rowenta è dotata di griglia die cast metal in alluminio e vaschetta raccogli-grassi; inoltre, all’interno della confezione, è disponibile un pratico ricettario con 29 ricette per realizzare la grigliata perfetta.

Per chi non vuole rinunciare al piacere della griglia anche nei mesi invernali, per chi ama sbizzarrirsi con ricette originali e versatili, per chi vuole mangiare leggero ma con gusto, Optigrill è il prodotto ideale che mette d’accordo in cucina uomini e donne.

GR702D Optigrill – Prezzo al pubblico € 199

Groupe Seb, multinazionale francese leader mondiale nella produzione di piccoli elettrodomestici, in Italia è presente con quattro marchi: Moulinex, Rowenta, Tefal e Krups. Da sempre in prima linea nello sviluppo di prodotti innovativi, funzionali e di design, i suoi marchi sono riconosciuti, apprezzati e noti ai consumatori, in Italia e nel mondo.


Acai bowl: dalla California arriva la moda della colazione naturale

Brasile campagna choc contro fast food: “Tuo figlio è ciò che mangi tu”