Ingredienti:
• 600 g di farina 00
• 4 uova
• 100 ml di latte
• 200 g di pangrattato
• 200 g di grana padano grattugiato
• 1 pizzico di mix di spezie
• 1 pizzico di cannella
• 1 pizzico di chiodi di garofano
• 1 pizzico di noce moscata
• 1 cucchiaio di prezzemolo
• 1 spicchio di aglio
• sale q.b.
• 100 g di burro
• 10 foglie di salvia
difficoltà: media
persone: 8
preparazione: 60 min
cottura: 15 min

Gli scarpinocc sono dei ravioli di magro a forma di mezza luna, tipici della val Seriana. Ecco come preparare gli antenati dei casoncelli!

Gli scarpinocc – la cui pronuncia corretta è con la doppia c dolce finale – sono un piatto tipico della Val Seriana, in provincia di Bergamo, in particolare del paese di Parre. A differenza dei casoncelli, un altro piatto tipico della zona, il ripieno non contiene carne, troppo pregiata allora per essere utilizzata come farcitura. Questa credenza ha portato molti a ritenere i casoncelli un’evoluzione degli scarpinocc, una sorta di variante più ricca.

L’impasto, ottenuto con farina, uova e acqua, racchiude un ripieno molto sostanzioso a base di burro, Grana Padano grattugiato, pangrattato e spezie. A condire questi ravioli la cui forma ricorda quella delle antiche calzature della valle (dalle quali tra l’altro prendono anche il nome) burro fuso con la salvia a fiumi. Vediamo la ricetta originale degli scarpinocc!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Scarpinocc
Scarpinocc

Come preparare la ricetta degli Scarpinocc

  1. Cominciate a preparare la pasta degli scarpinocc. Mettete in una ciotola la farina, 3 uova, il latte e un pizzico di sale. Impastate energicamente, a mano o a macchina, fino a ottenere un composto omogeneo. Trasferite il panetto sulla spianatoia, lavoratelo brevemente e lasciatelo riposare coperto da pellicola per 30 minuti.
  2. Nel frattempo preparate il ripieno. Mettete in una ciotola il pangrattato, il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e l’uovo. Mescolate velocemente quindi insaporite con le spezie.
  3. Tritate finemente aglio e prezzemolo e uniteli al composto.
  4. A parte, in un pentolino, scaldate il brodo vegetale. Unitelo poi a filo, al ripieno e mescolate fino a ottenere una consistenza solida.
  5. Stendete la pasta con il matterello o con la nonna papera fino allo spessore di un millimetro. Con un coppapasta tondo di 6 cm di diametro ricavate dei dischi e adagiate al centro di ciascuno una pallina di ripieno.
  6. Inumidite i bordi dell’impasto e richiudeteli a mezzaluna. Tenetelo poi con due dita della mano sinistra, appoggiando la parte curva al tagliere e premete con l’indice della mano destra sulla parte piatta in modo da ottenere il caratteristico incavo.
  7. Lessateli in abbondante acqua salata per 10-15 minuti, quindi scolateli e conditeli con burro fuso e salvia. Completate con una spolverata di parmigiano grattugiato.

Una curiosità: nel paese di Parre, ogni anno dal 1955, il terzo weekend di agosto si tiene la Sagra degli Scarpinocc ed è possibile ammirare la donne del paese alle prese con la preparazione di questi ravioli di magro.

Conservazione

Questi agnolotti, una volta cotti, si conservano per massimo 1 giorno in frigorifero all’interno di un contenitore con apposito coperchio. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 14-11-2019


Come far mangiare i cavoletti di Bruxelles ai bambini? Consigli e ricette!

Arrosto di maiale con le mele al forno: per un piatto dal gusto incredibile!