Ingredienti:
• 120 ml di prosecco
• 80 ml di Campari
• 40 ml di soda o acqua frizzante
• 1 fettina di arancia
difficoltà: facile
persone: 2
preparazione: 5 min
cottura: 00 min

Lo Spritz Campari è un cocktail leggero e semplicissimo da preparare. Una ricetta facile che si realizza in pochi secondi e che offre il massimo del gusto.

Saper preparare un ottimo Spritz Campari significa aver sempre qualcosa di buono da offrire ai propri ospiti, e tutto mettendo insieme pochissimi ingredienti. La scelta migliore quando si ha poco tempo e si desidera dar vita a un drink per aperitivo che sia gradito a tutti.

Questo cocktail con campari è infatti fresco, leggero ed in grado di accompagnare al meglio ogni momento. Dall’antipasto, a dei momenti di pura convivialità fino a qualcosa di buono da concedersi a fine pasto, si rivelerà infatti sempre perfetto. Scopriamo, quindi, come si fa lo Spritz Campari!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

spritz campari
spritz campari

Preparazione della ricetta del Campari Spritz

  1. Per realizzare questa semplice variante dello Spritz, iniziate con il mettere in fresco i calici in cui andrete a servire i vostri cocktail. Per farlo vi basta raffreddarli con del ghiaccio e scolarli quando questo si sarà sciolto.
  2. A questo punto non vi resta che mettere insieme gli ingredienti dello Spritz Campari nei calici appena raffreddati e mescolarli con un bar spoon. Si tratta del cucchiaio che si usa appositamente per i cocktail e che ha la particolarità di avere un manico molto lungo. Se non ne avete uno, potete ovviamente usare un normale cucchiaio.
  3. Aggiungete mezza fetta d’arancia per abbellire e insaporire al contempo il cocktail e servitelo quando è ancora ben freddo.

Conservazione

Trattandosi di un alcolico che si prepara sul momento, lo Spritz Campari andrebbe preparato e bevuto sul momento. Tuttavia, se conservato in frigo può durare per qualche ora. Il consiglio, però, è quello di organizzarsi per realizzarlo sempre sul momento.

La differenza tra Spritz Aperol e Campari

Dello Spritz esistono davvero tante versioni, motivo per cui può essere normale trovare a chiedersi quali sono le effettive differenze. Nel caso dell’Aperol e del Campari si può dire che il primo che è di origini veneziane mentre il secondo è milanese di nascita.

Andando al gusto, l’Aperol è più zuccherato e risulta quindi più dolce. Il Campari, invece, ha dalla sua una quota alcolica pari al doppio. Anche l’esperienza visiva è diversa visto che l’Aperol è tendente all’arancione mentre il Campari ha un colore rosso vivo. Infine, si può dire che l’Aperol sia più abbinabile rispetto al Campari. Di sicuro, che chi ama gli Spritz sono entrambe due opzioni da sperimentare.

Se questa ricetta vi è piaciuta provate anche quella dell’Aperol Spritz!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 23-07-2022


Pane turco in padella: come si prepara il bazlama

Pectina fatta in casa passo passo: perfetta per le vostre confetture