Ingredienti:
• Ghiaccio
• 3 parti di Prosecco D.O.C (90ml)
• 2 parti di Aperol (60ml)
• 1 parte di Soda o Acqua Frizzante
• 1 fettina di Arancia
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 3 min
cottura: 00 min

Aperitivo e Aperol Spritz sono un binomio vincente per godersi un momento di pieno relax: ecco la ricetta per preparare a casa il drink più amato e alcune curiosità sulle sue origini.

Un perfetto Aperol Spritz a casa per rilassarsi e godersi il momento dell’aperitivo è veramente semplice. È un’abitudine condivisa e apprezzata in ogni stagione dell’anno abbinare il drink con un mix di sapori originali perfetti per esaltarne il caratteristico gusto dolceamaro.                                                      

Ma conoscete la storia di questa bevanda? Sapete qual è la ricetta originale? Le origini del cocktail simbolo del Triveneto sono ancora ignote; tuttavia, una delle teorie più accreditate affonda le sue radici durante la dominazione austriaca nel regno lombardo-veneto: pare che trovando eccessivamente alcolici i vini locali, i soldati asburgici abbiano iniziato ad aggiungere dell’acqua di seltz per abbassarne il grado alcolico.      

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Aperol Spritz
Aperol Spritz

Aperol Spritz: come prepararlo e quando gustarlo

La preparazione dell’Aperol Spritz è alla portata di tutti, anche di coloro che non hanno dimestichezza con l’arte della miscelazione dei cocktail. È sufficiente avere a disposizione gli ingredienti e seguire pochi e semplici passaggi per un perfetto Aperol Spritz:

  1. Prendete un calice e riempitelo con del ghiaccio. Versate il prosecco (90ml), l’Aperol (60ml) e uno splash di soda o l’acqua frizzante.
  2. Completate guarnendo con una fettina d’arancia e servite con stuzzichini e finger food.

Per ottenere una miscelazione migliore versare il Prosecco prima di Aperol: in questo modo a giovarne è anche il colore del cocktail, che acquista un colore arancione davvero brillante. In meno di 3 minuti Aperol Spritz è pronto da gustare, in famiglia o con gli amici, nella tranquillità della propria casa.

Le occasioni per concedersi questo drink non mancano, sia durante la settimana sia nel weekend. L’attesa del tramonto ad esempio, può trasformarsi nell’occasione perfetta per condividere l’aperitivo e prepararlo in compagnia, vivendo un’esperienza sempre unica ed entusiasmante!

Le regole per uno Spritz alcolico perfetto

Oltre alle indicazioni che vi abbiamo dato nella preparazione del drink, dovete sapere che per preparare uno Spritz squisito ci sono alcuni piccoli segreti di realizzazione e presentazione che vogliamo svelarvi proprio ora. Per quando riguarda il bicchiere, come potete vedere tendenzialmente lo Spritz viene servito, alla maniera classica, in un calice per vino bianco. Potete tuttavia trovarlo facilmente anche in un tumbler alto, oppure in dei bicchieri particolari dalla forma di vasetti di marmellata con l’aggiunta del manico!

Ora parliamo degli ingredienti e le dosi dello Spritz. La ricetta originale che vi abbiamo spiegato non ha bisogno di molto altro, tuttavia è anche vero che questo cocktail è facilmente personalizzabile a seconda dei vostri gusti. C’è infatti chi utilizza un prosecco più o meno secco (dal BRUT all’extra DRY solitamente) o chi, addirittura sceglie un vino bianco fermo. Per quanto riguarda il vino bianco fermo non è, in realtà, una scelta così insolita: questa versione è molto utilizzata e, grazie all’aggiunta della soda il cocktail sarà comunque frizzantino.

Possiamo quindi dire che le regole ci sono, e sono molto chiare, ma nulla vieta di provare a sperimentare e, magari, vi capiterà di scoprire una versione ancora migliore dell’originale (se è possibile).

Consigli per gli abbinamenti

L’aperitivo perfetto con Aperol Spritz, o anche l’apericena, è sempre accompagnato da una selezione di finger food in grado di stuzzicare l’appetito. I possibili abbinamenti con Aperol Spritz sono molteplici e accontentano anche i palati più raffinati.

Tra i migliori abbinamenti, le tartine con salmone e avocado, i rotolini di zucchine e formaggio spalmabile, i miniburger o i rotolini con salmone e formaggio spalmabile.

Aperol Spritz: l’origine del nome

Il nome Aperol Spritz deriva dal termine tedesco “spritzen”, che letteralmente significa “spruzzare” e che è ispirato alla diffusa tendenza del XIX secolo tra i soldati dell’impero austriaco di stanza in Veneto di annacquare con un tocco di seltz o acqua gasata i vini veneziani per abbassarne il grado alcolico.

Se volete cimentarvi in altre preparazioni per l’aperitivo, potete provare anche la ricetta del Campari Spritz o dell’Americano.

Bevi responsabilmente.

3/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Aperitivo Aperitivo natalizio

ultimo aggiornamento: 10-06-2022


Bigné salati al tonno: la ricetta dell’antipasto

Sorbetto al cetriolo, un dessert dissetante