Ingredienti:
• 210 g di albumi
• 110 ml di acqua
• 80 ml di olio di semi
• 310 g di farina 00
• 150 g di prosciutto cotto a dadini
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 10 min

Non c’è niente di meglio di un apericena a casa per trascorrere del tempo in compagnia. Ecco idee e ricette per organizzarlo dai cocktail agli stuzzichini.

Perché tutti amano l’apericena, ve lo siete chiesti? I motivi sono tanti e tutti molto convincenti: in primo luogo è un momento di convivialità, spesso informale, tra parenti o amici. Poi, si gustano tante cose buone, tutte a misura di bocca, e infine è un’occasione per provare piatti e accostamenti diversi, il tutto accompagnato da bevande e drink. Ma qual è la storia dell’apericena e come possiamo organizzarne uno a casa nostra, con tanto di cocktail? Scopriamolo insieme!

Apericena: significato e nascita di un fenomeno

L’apericena è un fenomeno nato nel Nord Italia e presto diffusosi anche nel resto dello stivale. Erano i primi del 2010 quando venne coniato il neologismo dall’unione di due parole, aperitivo e cena, e da allora l’apericena non ha mai perso il suo fascino tra giovani e meno giovani. Dando uno sguardo alla sua storia però si scopre che i primi a ideare questo nuovo pasto furono i torinesi nei lontani anni ’90. Si è dovuto attendere qualche tempo quindi prima che il fenomeno diventasse virale.

Questo neologismo però, fin dalla sua nascita, non ha smesso di far discutere, al punto che diverse campagne si sono attivate per la sua cancellazione. Classificata come parola macedonia, viene vista da alcuni con orrore e sdegno, ma poi, alla resa dei conti, continua a essere utilizzata, generando un senso di soddisfazione solo al pronunciarla.

La definizione ufficiale, data dalla Treccani, è: “Aperitivo, servito insieme con una ricca serie di stuzzichini e accompagnato da assaggi di piatti differenti, salati e dolci, che può essere consumato al posto della cena.” A riguardo si è espressa anche l’Accademia della Crusca, attraverso il suo presidente, per quanto riguarda il genere del termine, da preferirsi maschile.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Apericena
Apericena

Come organizzare un apericena

Organizzare l’apericena a casa propria, sia all’interno che all’aperto, è un’ottima soluzione quando si desidera ospitare tanti commensali. Vi leverete infatti dall’impiccio di dover studiare un intero menù le cui portate non entrino in contrasto tra loro oltre che dalla necessità di disporre di posti a sedere per tutti. L’apericena infatti per sua natura deve poter essere consumato anche in piedi o comunque senza aver bisogno di una postazione fissa al tavolo.

Organizzati gli spazi con sedie, poltrone, divani e divanetti ma anche cuscini, occorre pensare all’angolo che ospiterà le pietanze. L’ideale sarebbe utilizzare un tavolo in modo che i commensali possano girarci attorno, senza creare fila e disturbarsi a vicenda. In caso di spazi piccoli, delle alzatine vi aiuteranno a sfruttare tutto lo spazio anche in altezza.

Posate, bicchieri e tovaglioli possono dare al vostro apericena un tocco di classe in più. Evitate quelli di plastica a favore di materiali riciclabili (come il bambù) oppure durevoli. Potete ad esempio utilizzare i piatti da dessert del vostro servizio che ben si prestano per questo scopo. Anche per posate, tovaglioli e bicchieri il discorso non cambia: preferite quelli tradizionali o, se proprio non riuscite, optate per oggetti riciclabili nella frazione umida.

Per praticità vi consigliamo di posizionare in due luoghi diversi cibi e bevande. Un tavolino a parte dove collocare le bibite o preparare cocktail renderà tutto più semplice.

Dopo aver pensato a tutto questo è il momento di studiare cosa servire. Dai cocktail agli stuzzichini, abbiamo pensato a tutto noi. Voi non dovrete fare altro che scegliere cosa cucinare, preparare la lista della spesa e poi mettervi ai fornelli. Scegliere cibi freddi vi leverà dall’impiccio di dover preparare tutto all’ultimo momento, dandovi così il tempo di organizzarvi e non essere troppo stressati all’arrivo degli ospiti.

Cocktail per l’apericena

Spritz
Spritz

I cocktail daranno al vostro apericena un tocco di classe. Se non siete dei barman provetti potete optare per le combinazioni più classiche e apprezzate da tutti come lo Spritz, anche in versione analcolica. Non possono poi mancare vini bianchi e rossi con relativi calici, oppure una caraffa di sangria ghiacciata. Soprattutto le donne invece apprezzeranno il relativamente nuovo Hugo, mentre a mettere d’accordo tutti ci pensano il Bloody Mary e Negroni.

Via libera anche alle bibite analcoliche come i classici succhi di frutta e gli aperitivi in bottiglietta sulla scia del famosissimo Crodino.

Ricette per l’apericena

Quando vi mettete a studiare il menù per l’apericena non ci sono particolari aspetti a cui prestare attenzione se non quello della praticità. Come accennato, qualsiasi cosa decidiate di servire si deve poter consumare senza dover essere tagliata, meglio se direttamente con le mani come si è soliti fare con i finger food.

Verificate anche se tra i vostri ospiti c’è qualcuno che soffre di intolleranze alimentari o segue regimi dietetici particolari (ed esempio vegetariano o vegano) e preparate qualcosa che lo faccia sentire incluso. Non dovrete per forza modificare tutto il menù, solo dedicargli qualche opzione. Tenete presente che spesso la curiosità delle persone le spingerà a provare anche piatti “strani” quindi non temete: tutti apprezzeranno i vostri sforzi!

Ci sono poi alcuni stuzzichini per l’apericena che non richiedono nemmeno di essere preparati come le patatine nel sacchetto, le olive, frutta secca ovviamente già pulita, e salatini di vario tipo che si possono acquistare già pronti. Questi daranno sostanza al vostro menù senza però impegnarvi troppo nella preparazione.

Organizzare un evento di questo tipo potrebbe infatti rivelarsi impegnativo se non sapete organizzarvi per tempo. Un apericena di ricette veloci è quello che vi serve per accontentare tutti e non caricarvi eccessivamente di lavoro. Una teglia di pizza e una di focaccia, una torta salata con gli spinaci e una frittata di pasta o una frittata tradizionale sono preparazioni semplici e veloci che vanno semplicemente tagliate a fette prima di essere servite. Ottima anche l’insalata russa e la versione più particolare della capricciosa, il vitello tonnato e il cocktail di gamberi, bruschette, crostini e tartine. Insomma: tutto quello che vi passa per la mente può essere inserito nel vostro apericena!

Pizzette

pizzette di pasta sfoglia
pizzette di pasta sfoglia

Portare in tavola un apericena con idee veloci è più semplice di quanto possiate immaginare. Della semplice pasta sfoglia, per esempio, può dare vita a delle pizzette degne del forno e il bello è che non dovrete impastare proprio nulla! Scegliete il condimento che preferite ma il nostro consiglio è stare sul classico con pomodoro e mozzarella aggiungendo semmai un’oliva o un pezzetto di acciuga.

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 100 g di passata di pomodoro
  • 80 g di mozzarella
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • origano q.b.

Srotolate la pasta sfoglia e tagliatela a quadrati così da azzerare gli scarti. Distribuite su ciascuno un cucchiaino di salsa preparato condendo la passata con olio, sale, pepe e origano quindi completate con la mozzarella a cubetti. Infornate a 180°C per circa 15 minuti quindi sfornate e servite calde o a temperatura ambiente. Le pizzette di pasta sfoglia si mantengono friabili per circa mezza giornata.

Uova ripiene

Uova ripiene
Uova ripiene

Esistono mille versioni delle uova ripiene ma quella più famosa è a base di tonno. In grado di mettere d’accordo tutti, è semplice da preparare per l’apericena e richiede davvero poco tempo. Come se non bastasse, potete anche prepararle il giorno prima e conservarle in frigorifero così da alleggerirvi il lavoro dell’ultimo minuto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 uova sode
  • 8 acciughe
  • 150 g di tonno in scatola
  • prezzemolo q.b.
  • pepe q.b
  • sale q.b.
  • burro q.b.
  • scorza di limone q.b.

Cuocete le uova in acqua calcolando 8 minuti dalla presa del bollore poi fatele raffreddare e sbucciatele. Dividetele a metà per il lungo e prelevate delicatamente il tuorlo che andrà lavorato insieme alle acciughe, al tonno in scatola, a un ciuffetto di prezzemolo tritato e una noce di burro. Profumate con la scorza di limone, regolate di sale e pepe e utilizzate il composto ottenuto per riempire le uova. Conservatele in frigorifero fino a poco prima di servirle.

Vol-au-vent

vol-au-vent con fonduta
vol-au-vent con fonduta

I gusci si possono acquistare già pronti semplificando notevolmente la preparazione e lasciandovi il tempo necessario per creare diversi ripieni sfiziosi. Stiamo parlando dei vol-au-vent, dei cestini di pasta sfoglia friabili e pieni di sapore che in versione salata si possono farcire in moltissimi modi. Ecco come li prepariamo noi con la fonduta di formaggi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 vol au vent
  • 120 ml di latte
  • 60 g di fontina
  • 60 g di taleggio
  • 15 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • noce moscata q.b.
  • 1 pizzico di pepe
  • 1 cucchiaino di farina 00

Abbiamo sottolineato come apericena e ricette veloci siano un binomio fondamentale quindi non vergognatevi di utilizzare vol au vent già pronti! Limitatevi a preparare la fonduta di formaggio sciogliendo il burro in un pentolino insieme alla farina. Una volta ottenuto un roux color nocciola, versate il latte mescolando con una frusta, poi il formaggio a cubetti. Insaporite con sale, pepe e noce moscata e cuocete finché la salsa non si sarà addensata. Una volta fredda utilizzatela per farcire i vostri cestini.

Arancini

arancini siciliani
arancini siciliani

La preparazione degli arancini non è proprio immediata: dovrete cuocere il riso, preparare il ripieno, formare gli arancini e poi friggerli. Il modo migliore per rendere veloce la ricetta è prepararli prima e friggerli all’ultimo momento o per lo meno nell’arco della giornata. Potrete poi riscaldarli in forno prima di servirli: sembreranno appena fatti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di riso carnaroli
  • 1 bustina di zafferano
  • 40 g di burro
  • 60 g di formaggio grattugiato
  • 200 g di macinato di manzo o maiale
  • 1 cipolla bianca
  • 100 g di mozzarella
  • passata di pomodoro q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 2 uova
  • pangrattato q.b.
  • olio per friggere q.b.

Per prima cosa lessate il riso nell’acqua salata con lo zafferano poi scolatelo e mantecatelo con il burro e il formaggio. Allargatelo in una teglia, coprite con pellicola e lasciate raffreddare per un’ora e mezza. Nel frattempo preparate il sugo cominciando da un soffritto di olio e cipolla, unite poi il macinato, sfumate con il vino e coprite con la passata. Cuocete per 20 minuti regolando di sale e pepe. Allargate poi un cucchiaio abbondante di riso sul palmo umido della mano, farcite con il ragù e la mozzarella a dadini e richiudete a palla. Passata l’arancino prima nell’uovo sbattuto poi nel pangrattato quindi friggetelo per immersione fino a che non risulterà dorato e croccante. Servitelo caldo.

Muffin salati

Muffin salati con albumi
Muffin salati con albumi

Un’altra ricetta che può essere preparata anche con un giorno di anticipo è quella dei muffin salati. Facili da personalizzare in base ai vostri gusti, la ricetta che vi proponiamo noi è con il prosciutto cotto, uno degli ingredienti più universalmente apprezzati.

Ingredienti per 4 persone:

  • 210 g di albumi
  • 110 ml di acqua
  • 80 ml di olio di semi
  • 310 g di farina 00
  • 150 g di prosciutto cotto a dadini
  • 1 bustina di lievito istantaneo per pizze e torte salate
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.
  • erba cipollina q.b.
  • 2 cucchiai di formaggio grattugiato

Montate con le fruste elettriche gli albumi poi incorporate nell’ordine l’acqua, l’olio, la farina setacciata con il lievito e il parmigiano. Insaporite con l’erba cipollina tritata, un pizzico di sale e di pepe e infine incorporate i dadini di prosciutto. Versate l’impasto nei pirottini riempiendoli per 2/3 e cuocendo poi a 180°C per 40 minuti. I muffin saltati sono buoni sia appena fatti che a temperatura ambiente.

Involtini di zucchine

involtini di zucchine e prosciutto
involtini di zucchine e prosciutto

Perfetti perché si possono preparare il giorno prima senza che subiscano variazioni di gusto, gli involtini di zucchine per l’apericena sono un’idea davvero originale e semplice da gustare.

Ingredienti per 6 persone:

  • 3 zucchine
  • 100 g di yogurt greco
  • 100 g di prosciutto cotto
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • aneto q.b.

Affettate le zucchine non troppo sottilmente e grigliatele su una bistecchiera un paio di minuti per lato. Una volta fredde, adagiate su ciascuna una striscia di prosciutto e spalmate un poco di yogurt greco insaporito con aneto, olio e sale. Arrotolate e fermate con uno stuzzicadenti.

Mozzarella in carrozza

Mozzarella in carrozza
Mozzarella in carrozza

Chi può resistere a due fette di pane fritte che al taglio lasciano colare un ripieno a base di mozzarella? Praticamente nessuno ed è per questo che tra le idee per l’apericena vogliamo inserire anche la mozzarella in carrozza. Potete prepararla al momento se avete tempo oppure poco prima dell’arrivo degli ospiti e mantenerla in caldo nel forno.

Ingredienti per 6 persone:

  • 12 fette di pane in cassetta
  • 500 g di mozzarella di bufala
  • 5 uova
  • farina 00 q.b.
  • pangrattato q.b.
  • sale q.b.
  • olio di semi per friggere q.b.

Tagliate la mozzarella a fette e tamponatela con della carta da cucina quindi utilizzatela per farcire due fette di pane. Pressate bene, rimuovete i bordi e poi tagliatele in quattro quadrati. Passateli uno a uno nella farina, nelle uova sbattute e nel pangrattato poi lasciate riposare in frigo per 30 minuti quindi ripetete la panatura nell’uovo e nel pane. Altri 30 minuti in frigo (anche più se volete cuocerle all’ultimo momento ma prepararle prima) e poi sono pronte per essere fritte a 170°C fino a doratura. Servitele ben calde dopo averle passate su carta assorbente.

Chips di patate

chips di patate fatte in casa
chips di patate fatte in casa

Ottime sia fritte che al forno, le chips di patate sono una valida alternativa alle patatine del sacchetto. Se ben fritte possono essere preparate anche con un po’ di anticipo così da togliervi dall’impiccio di cuocerle all’ultimo momento. Pronti a scoprire i segreti per delle chips di patate croccanti come quelle del sacchetto?

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di patate
  • olio extra di semi di girasole q.b.
  • sale fino q.b.

Sbucciate le patate e con l’aiuto di una mandolina affettatele il più sottile possibile. Passatele per ben due volte in acqua freddissima così da rimuovere l’amido e poi asciugatele con un canovaccio pulito. Questo passaggio è fondamentale per ottenere delle patatine croccanti. Friggetele poi in olio a 160°C poche per volta e scolandole non appena risulteranno croccanti. Passatele su carta assorbente e servite.

Bignè salati

bignè con formaggio
bignè con formaggio

Anche in questo caso la strada più semplice per un apericena veloce è quella di acquistare i bignè già fatti che solitamente contengono poco o niente zucchero. Sono la base perfetta per creare dei bignè salati da farcire con ingredienti a piacere anche scelti tra le proposte fatte sopra come insalata russa, capricciosa, vitello tonnato e cocktail di gamberi. Ma ecco qualche idea in più.

Ingredienti per 8 persone:

  • 24 bignè
  • Verdure grigliate (peperoni o melanzane o zucchine)
  • Caprino
  • Ricotta
  • Pomodori secchi
  • Basilico
  • Zucca cotta al forno
  • Gorgonzola

Per realizzare i tre tipi di ripieno dovrete frullare le verdure con il capino, la ricotta con i pomodori secchi e il basilico, la zucca con il gorgonzola. Farciteli aiutandovi con una tasca da pasticcere oppure tagliandoli semplicemente a metà e, se vi dovesse avanzare del ripieno, spalmatelo sui crostini di pane o create delle tartine utilizzando pane bianco tagliato a triangolino.

Polpette di ricotta

Polpette di ricotta
Polpette di ricotta

Perfette perché senza cottura e ottime da preparare anche in anticipo, le polpette di ricotta sono ottime gustate fredde e proprio a misura di bocca. Il loro sapore fresco e la consistenza particolare le faranno andare a ruba, quindi preparatene in abbondanza. Un suggerimento? Mettete vicino un bicchiere carino con all’interno dei grissini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di ricotta
  • 50 g di grana grattugiato
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 limone bio
  • 1 pizzico di sale
  • semi di sesamo q.b.

Lasciate scolare la ricotta prima di amalgamarla con i due formaggi grattugiati. Profumate l’impasto con la scorza del limone, un pizzico di sale e il basilico tritato poi lasciatelo riposare in frigorifero per mezz’ora. Formate delle palline non troppo grandi, passatele nei semi di sesamo e mano a mano che sono pronte posizionatele su un piatto. Conservatele in frigorifero fino al momento di servirle.

L’apericena con le idee che vi abbiamo lasciato sarà davvero strepitoso: divertitevi e siate fantasiosi. Tutti apprezzeranno il vostro impegno!

Aperitivo Cena veloce

ultimo aggiornamento: 19-05-2021


Sciroppo di amarene, i sapori di una volta

Soffici, leggeri e anche senza glutine: questi muffin sono da provare