Ingredienti:
• 4 uova
• 400 g di farina 00
• 400 g di polpa macina di manzo
• 200 g di carne di suino macinata
• 300 g di passata di pomodoro
• 1 carota
• 1 costa di sedano
• 1 cipolla dorata
• 250 g di vino (rosso o bianco)
• 40 ml di latte intero
• olio extravergine di oliva q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
• rosmarino q.b.
difficoltà: media
persone: 4
preparazione: 60 min
cottura: 120 min

Preparare un primo piatto come le tagliatelle alla bolognese non è poi così difficile. Ecco la nostra ricetta passo passo fedele alla tradizione.

Esiste un piatto in grado di mettere tutti d’accordo più della pasta al ragù? Quando non sapete cosa cucinare, anche per le occasioni più formali, puntare tutto sulle tagliatelle alla bolognese potrebbe essere la mossa giusta. Questo primo piatto tipico dell’Emilia Romagna, regione che vanta un’esperienza storica quando si parla di pasta fresca fatta in casa, ha conquistato non solo l’Italia, ma anche il resto del mondo (purtroppo non senza storpiature).

La tagliatella alla bolognese si può preparare in casa, sempre rispettando però le “linee guida” dettate dalle sfogline: la sfoglia deve essere stesa molto sottilmente e rigorosamente con il matterello, va poi arrotolata su sé stessa, non troppo stretta, e tagliata a strisce, da cui il nome “tagliatelle”. La larghezza delle tagliatelle è il requisito fondamentale affinché possano essere chiamate in questo modo e corrisponde alla 2.270ima parte dell’altezza della torre degli Asinelli, ovvero a 8 millimetri. Ora non resta che cimentarsi in questa deliziosa ricetta!

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Tagliatelle alla bolognese
Tagliatelle alla bolognese

Come preparare la ricetta delle tagliatelle alla bolognese

  1. Per prima cosa è opportuno preparare il sugo, dati i lunghi tempi di cottura. Tritate finemente sedano, carota e cipolla e rosolateli in qualche cucchiaio di olio.
  2. Quando si saranno appassiti, unite la carne macinata e rosolatela a fiamma media per 10 minuti.
  3. Sfumate con il vino e solo quando non sentirete più odore di alcool sollevarsi dalla pentola, unite la passata di pomodoro.
  4. Profumate con il rosmarino e lasciate cuocere a fuoco basso (deve sobbollire appena) per 2 ore.
  5. A cottura ultimata incorporate il latte, regolate di sale e pepe e tenete da parte fino al momento di condire la pasta.
  6. Mentre il ragù alla bolognese cuoce, preparate le tagliatelle fatte in casa. Disponete la farina a fontana, anche dentro una ciotola se non siete pratici, e rompete al centro le uova.
  7. Cominciate a mescolare con una forchetta, raccogliendo la farina poco per volta e quando l’impasto comincerà a rassodarsi, finitelo di lavorare sulla spianatoia.
  8. Dovrete impastare energicamente con il palmo della mano fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo.
  9. Lasciatelo riposare sotto una ciotola capovolta per un’ora.
  10. A questo punto stendete la sfoglia fino a raggiungere uno spessore di un millimetro, spolverizzatela con della semola e arrotolatela senza stringere.
  11. Con un coltello affilato ricavate delle strisce larghe 8 mm quindi allargate le girelle che si sono formate con le mani.
  12. Una volta pronto il sugo lessate le tagliatelle in abbondante acqua salata per 2-3 minuti quindi scolatele e saltatele in padella con il sugo caldo.
  13. Distribuite nei piatti e completate a piacere con una spolverata di parmigiano grattugiato.

Vi invitiamo anche a scoprire tutti i segreti del ragù alla bolognese così da prepararlo a regola d’arte e farvi ambasciatori della cucina italiana.

Conservazione

Le tagliatelle alla bolognese andrebbero consumate appena fatte tuttavia, se vi dovessero avanzare, potete riscaldarle in padella aggiungendo un filo di olio.

Se possibile vi consigliamo di conservare separatamente pasta e ragù: la prima si mantiene in frigorifero per un paio di giorni, coperta da un canovaccio, il secondo anche 3-4.

È anche possibile congelare il ragù alla bolognese, meglio se già porzionato, così da averlo sempre a disposizione ogni volta che vi viene voglia di pasta al ragù.

0/5 (0 Reviews)

Chi meglio di Martha Stewart può insegnarci a fare i brownies?

La torta di mele di Cannavacciuolo è da provare