Ingredienti:
• 1 l di acqua
• 60 g di liquirizia (radice secca)
difficoltà: facile
persone: 2
preparazione: 2 min
cottura: 10 min

La tisana alla liquirizia è un rimedio naturale potente che non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Ecco come prepararla e le sue proprietà.

Infusi e tisane, dopo essere stati, in passato, al centro della medicina “contadina”, sono tornati in auge. Tra questi, spicca la tisana alla liquirizia, molto apprezzata per via delle molteplici proprietà. Di questa pianta, appartenente alla famiglia delle leguminose, in cucina se ne utilizzano radici e rizomi. Pensate che il suo nome scientifico significa radice dolce, proprio perché in origine veniva utilizzata anche per via del suo potere dolcificante (50 volte superiore a quello dello zucchero!). Vediamo però di scoprire le proprietà della liquirizia e come può esserci utile per il benessere di ogni giorno.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Tisana alla liquirizia
Tisana alla liquirizia

Tisana alla liquirizia: proprietà

Oggi all’infuso di liquirizia si attribuiscono moltissime proprietà, molte delle quali riconosciute anche dal Ministero della Salute. Tra le più conosciute ci sono quelle antinfiammatorie, soprattutto nei confronti delle vie respiratorie, ma anche dell’apparato digerente e di quello scheletrico.

Utilizzata già dai cinesi per mal di gola e avvelenamento da cibo, la liquirizia ha un ruolo importante anche nella medicina ayurvedica dove viene utilizzata contro i morsi di serpenti velenosi.

Arrivata in Europa, la radice di liquirizia è diventata di uso comune per regolare le funzionalità del sistema digerente e delle articolazioni, ma anche e soprattutto per dare sollievo al sistema respiratorio in caso di tosse, mal di gola e asma. Anche disturbi cutanei come ulcere, herpes, fuoco di Sant’Antonio ed eritemi possono essere curati con rimedi a base di liquirizia.

Come fare la tisana alla liquirizia: ricetta

Il modo migliore per beneficiare delle proprietà di questa radice è preparare tisane o infusi.

  1. Per farlo mettete in un pentolino la liquirizia e l’acqua, quindi portate a bollore. A piacere potete aggiungere altre erbe consigliate dal vostro erborista utili per il vostro scopo.
  2. Una volta raggiunto il bollore spegnete e lasciate in infusione per un’ora quindi filtrate e consumate la tisana.

La tisana alla liquirizia è buona sia calda che fredda, e ne bastano due bicchieri al giorno per beneficiare di tutte le sue proprietà. Insomma, un po’ come la tisana allo zenzero, anche questa è uno di quei rimedi naturali che conviene sempre avere a disposizione!

0/5 (0 Reviews)

Crostata al cioccolato e fragole: un dessert golosissimo!

Biscotti red velvet: originali e perfetti per ogni occasione