Ingredienti:
• 800 g di tonno fresco
• 1 l di acqua
• 75 g di sale
• olio extravergine di oliva q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 15 min
cottura: 60 min

Dite addio alle scatolette e scoprite come fare il tonno sott’olio. Non solo è ottimo, ma è anche semplice da preparare!

Chi l’avrebbe mai immaginato che uno dei salvacena per eccellenza, il tonno sott’olio, si potesse preparare in casa? Eppure tant’è, e non è nemmeno troppo difficile. Inutile dire che il risultato non si avvicina nemmeno lontanamente a quello cui siete abituati perché il tonno sott’olio fatto in casa ha tutto un altro gusto: delicato ma ricco di sapore, preparato con tranci di tonno fresco mantiene tutto il sapore del mare.

Se quindi vi siete sempre chiesti come fare il tonno sott’olio (ma anche se non ci avevate mai nemmeno lontanamente pensato), questa è la ricetta che fa per voi. Procuratevi del tonno fresco, lessatelo in acqua e una volta cotto e raffreddato distribuitelo nei vasetti di vetro, riempiendoli poi con olio di qualità. Sono questi i soli due ingredienti che vi servono per ottenere un tonno sott’olio che si conserva in dispensa fino a tre mesi.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Tonno sott'olio
Tonno sott’olio

Come preparare la ricetta del tonno sott’olio

  1. Per prima cosa lavate per bene il trancio di tonno rimuovendo anche eventuali residui di sangue. In cottura infatti tendono a formare degli antiestetici grumi.
  2. Portate poi a bollore una pentola colma di acqua salata e tuffateci il trancio di tonno calcolando 60 minuti di cottura a partire dalla ripresa del bollore.
  3. Scolate delicatamente il pesce con una schiumarola e adagiatelo su un piatto.
  4. Trasferite il tutto in frigorifero per un minimo di 12 ore e un massimo di 24 prima di procedere con la ricetta. Questo passaggio serve per ottenere un tonno asciutto che quindi si conserva meglio e più a lungo.
  5. Trascorso questo periodo di riposo, riducete il tonno a filetti con un coltello oppure spezzettatelo con le mani e distribuitelo all’interno di vasetti di vetro sterilizzati.
  6. Coprite con olio, assicurandovi che non rimangano bolle d’aria, quindi chiudete con un tappo nuovo.
  7. Adagiate i vasetti in una pentola sufficientemente capiente e riempitela di acqua in modo che ce ne siano almeno due dita sopra i tappi.
  8. Portate a bollore, calcolando 30 minuti, poi lasciateli raffreddare completamente prima di asciugarli e riporli in dispensa.

Il vostro tonno sott’olio fatto in casa è pronto per essere riposto in dispensa. Noi vi abbiamo dato la ricetta base ma nessuno vi vieta di insaporire l’olio o l’acqua di cottura con erbe aromatiche e spezie. Ottime in questo senso le bacche di ginepro, l’alloro, il pepe rosa e la scorza di limone.

Un consiglio su come utilizzare questa prelibatezza? Provate la pasta al tonno con la nostra ricetta e non ve ne pentirete.

Conservazione

Il tonno sott’olio si conserva in dispensa fino a tre mesi. Una volta aperto invece è meglio riporlo in frigorifero e consumarlo nell’arco di 3-4 giorni.

Non possiamo che consigliarvi anche di provare tutte le nostre ricette con il tonno.

5/5 (1 Review)

ultimo aggiornamento: 21-05-2021


Uova rotte: le huevos rotos sono un piatto spagnolo davvero speciale

Tartare di tonno rosso con avocado e pistacchi