Ingredienti:
• 1 kg di trippa pulita e lessata
• 250 g di salsa di pomodoro
• 2 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro
• 500 ml di acqua
• 1 cipolla
• 1 carota
• 2 rametti di rosmarino
• 2 foglie di salvia
• 2 foglie di alloro
• sale q.b.
• parmigiano q.b. (facoltativo)
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 60 min

Cucinare la trippa alla veneta in umido è piuttosto semplice. Bastano pochi ingredienti genuini per ottenere il massimo del sapore.

Per molto tempo la trippa è stato un piatto consumato dai meno abbienti. Considerati gli scarti di macellazione, dovevano essere cotti con una certa maestria per diventare teneri e saporiti e in questo i veneti ci sono riusciti benissimo. La trippa alla veneta è un piatto tipico ancora molto apprezzato per via del sapore deciso e del sughetto delizioso che la accompagna.

Non tutti sanno però che le trippe alla veneta (viene utilizzato il plurale perché per trippa si intendono diversi stomaci bovini e non uno solo) non prevedeva l’utilizzo del pomodoro. Aggiunto in un secondo tempo, ha contribuito a dare al piatto il suo aspetto attuale. Il modo migliore per accompagnare la trippa in umido alla veneta è con delle fette di pane casereccio oppure con la polenta. Curiosi di scoprire tutti i trucchi per preparare questo piatto tipico veneto?

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Trippa alla veneta
Trippa alla veneta

Come preparare la ricetta della trippa alla veneta

  1. Per preparare le trippe alla veneta cominciate lavando la trippa (vi consigliamo di acquistarla già lessata e pulita per velocizzare la preparazione) e mettendola a scolare in un colapasta.
  2. Nel frattempo tritate finemente la carota e la cipolla e rosolatele in un tegame con l’olio e le erbe aromatiche.
  3. Unite poi la trippa e fate rosolare per qualche minuto.
  4. In ultimo aggiungete la salsa di pomodoro, il concentrato, l’acqua e una generosa presa di sale.
  5. Coprite e lasciate cuocere per un’ora.
  6. Una volta pronta la trippa alla veneta vi consigliamo di servirla accompagnandola con delle fette di pane. Serviranno per fare la scarpetta al sugo!

Alcune versioni prevedono l’aggiunta, a completamento del piatto, di una spolverata di parmigiano. Somiglierà più a una trippa alla parmigiana, ma poco importa: il sapore è strepitoso!

Conservazione

Conservate la trippa preparata secondo questa ricetta in frigo, in un contenitore richiudibile per circa tre giorni. In alternativa, potete congelarla.

5/5 (1 Review)
TAG:
Idee per cena

ultimo aggiornamento: 03-02-2021


Trippa alla parmigiana: la ricetta tradizionale dell’Emilia Romagna

Ravioli dolci di Carnevale ripieni: ecco come prepararli