Come preparare l’insalata di verdure fermentate

Ingredienti:
• 4 carote
• 1 sedano rapa
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 15 min

Scopriamo insieme cosa sono e come si preparano le verdure fermentate, un piatto di origine asiatica delle moltissime proprietà.

Anche se poco conosciute, le verdure fermentate sono un piatto sano e nutriente. Questo metodo inoltre permette di conservare le verdure per tutto l’inverno, mantenendone inalterato il potere nutrizionale. Il meccanismo è piuttosto semplice e non richiede particolari abilità. Occorre però prestare attenzione ad alcuni aspetti di cui parleremo dopo per poter preparare le verdure fermentate con la ricetta semplice.

I cibi fermentati sono diffusi in particolar modo nella cucina asiatica. Non solo di verdure si parla, ma anche di bevande come la birra o il poco noto kombucha. Il particolare processo a cui vengono sottoposti gli alimenti permette non solo di conservarli, ma anche di esaltarne al meglio le proprietà.

Come preparare le verdure fermentate

Come prima cosa occorre lavare bene le verdure e pulirle. Nel caso della carota e del sedano rapa utilizzati in questa ricetta, dopo averli sciacquati sotto acqua corrente, sbucciateli con un pela patate. Con una mandolina tagliate le verdure a julienne (potete anche farlo a mano, utilizzando un coltello affilato, ma ci vorrà un po’ più di tempo e di pazienza).

Verdure fermentate
Verdure fermentate

Trasferite le verdure pulite in un contenitore di vetro e conditele con sale in quantità pari al 2% il peso delle verdure, e se volete, un pizzico di pepe. Mettete le verdure così condite in un barattolo. Adagiatevi un piattino sopra, a contatto diretto con le verdure, e coprite con un peso. Il sale aggiunto farà rilasciare acqua alle verdure che così fermenteranno nel liquido rilasciato.

Il processo di fermentazione dura circa 15 giorni. Trascorso questo periodo le verdure sono pronte per essere consumate. Tale processo deve avvenire al buio qualora decidiate di conservare le verdure e non consumarle nell’immediato.

Le verdure fermentate si conservano per lunghi periodi. L’unica accortezza che occorre avere è che siano sempre coperte da liquido. Se quello rilasciato dalle verdure stesse non dovesse essere sufficiente, aggiungete un goccio di acqua.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 11-02-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X